Catania-Paganese 2-1: le pagelle del match

 

Catania vittorioso in casa contro la Paganese nonostante qualche spreco di troppo in fase offensiva. Ecco le valutazioni della nostra redazione:

Pisseri 6 – Impossibile imputargli qualcosa sulla rete di Capece. La punizione è perfetta e, nonostante la distanza, imparabile

Baraye 5,5 – Dal suo lato arrivano i pericoli più importanti, forse anche a causa della poca copertura offerta da Angiulli

Silvestri 6 – Poca sofferenza nonostante spesso si trovi a fronteggiare le folate avversarie senza troppa copertura

Aya 6,5 – Gagliardo e tenace. Tiene la posizione e non rischia quasi niente, anche quando spostato sull’esterno

Calapai 6,5 – Ancora una volta uno dei migliori in campo con la solita intraprendenza e sfrontatezza. A fermarlo sono solamente le noie muscolari

Esposito s.v.

Angiulli 5,5 – Un’altra chance sprecata dalla mezzala rossazzurra che non riesce ad incidere e si fa notare solamente per una conclusione dalla distanza. Troppo poco soprattutto rispetto alle buone prestazioni delle ultime uscite provenendo dalla panchina

Carriero 6 – Entra per garantire sostanza in mediana e riesce nel suo intento

Lodi 6,5 – Non tocca tanti palloni come in altre circostanze, ma quelli che passano dai suoi piedi si trasformano in oro. A questo aggiungiamo uno splendido gol dalla distanza e, udite udite, non su calcio piazzato

Biagianti 6,5 – Lui e Lodi sono i vecchietti terribili. Record personale di reti messe a segno in una stagione e capacità di trascinare la squadra nei momenti più complicati

Marotta 5,5 – Tanto fumo, poco arrosto e soprattutto sterilità davanti al portiere avversario

Di Piazza 5,5 – Può mettere la ciliegina sulla torta, ma il suo pallonetto è poco convinto, in più deve ancora trovare la migliore condizione

Manneh 7 – Un errore grave di testa, poi tanta corsa e tentativi di mandare in gol i compagni. Una delle migliori prestazioni negli ultimi due anni

Curiale 5,5 – Di buono c’è che si fa trovare presente sotto rete, di negativo c’è che alla fine la rete non si gonfia mai. Frenetico e un pizzico ansioso nel cercare un bersaglio che da grosso si riduce sempre di più

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy