Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

catania

Catania, Marchese: “Fine triste, ho ricordi indelebili. Serve qualcuno che valorizzi”

Catania, Marchese: “Fine triste, ho ricordi indelebili. Serve qualcuno che valorizzi”

Le parole dell'ex terzino del Catania, oggi commissario tecnico della Rappresentativa Siciliana

Mediagol ⚽️

Parola a Giovanni Marchese. Colonna portante, a più riprese, del Catania che fu, dalla Serie A alla Lega Pro. L'ex terzino passato anche tra le fila del Genoa è tornato a parlare della fine ingloriosa del club etneo, scomparso così come il calcio a tinte rossoazzurre. Nell'intervista esclusiva concessa alle colonne odierne de La Gazzetta dello Sport, Marchese - oggi commissario tecnico della Rappresentativa Siciliana - è intervenuto a tutto tondo sull'incarico di C.t e sull'epilogo amaro di una delle squadre alle quali è maggiormente rimasto legato.

Ecco, di seguito, le sue dichiarazioni: "È un grande onore, anche. Siamo già al lavoro da tempo per individuare giovani e giocatori esperti da schierare in una competizione internazionale di assoluto valore. Difendere la maglia della nostra isola è un sogno che spero possa accomunare tanti giocatori. Catania? Tutta la storia mi ha rattristato non poco, un colpo al cuore. Ho vissuto in rossazzurro nove stagioni, quattro delle quali in Serie A. Al di là delle mie origini nissene (Marchese è nato a Delia, ndr) ho sentito mia la maglia: un senso di appartenenza che mi ha portato ad amare il Catania, ampiamente ricambiato dai tifosi. Assistere al vuoto che s’è creato adesso mi ha dato davvero un dispiacere. Ho ricordi indelebili. Quando dopo un gol o dopo la semplice lettura della formazione da parte dell’indimenticata speaker Stefania Sberna (scomparsa qualche mese fa, ndr) ventimila persone gridavano il mio nome avevo i brividi, come riaffiorano adesso che ne parlo. E poi le vittorie contro le squadre più importanti". 

tutte le notizie di