Catania-Juve Stabia 1-0: Lodi e la tenacia fanno cadere per la prima volta le Vespe

Catania-Juve Stabia 1-0: Lodi e la tenacia fanno cadere per la prima volta le Vespe

CATANIA (3-5-2): Pisseri; Aya, Silvestri, Marchese (12′ s.t. Manneh); Calapai, Bucolo (27′ s.t. Carriero), Lodi (37′ s.t. Valeau), Biagianti, Baraye; Marotta, Di Piazza (27′ s.t. Sarno) A disp. Bardini, Lovric, Angiulli, Llama, Liguori, Brodic, Curiale, Mujkic

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Melara (22′ s.t El Ouazni) Troest, Marzorati, Germoni; Vicente (22′ s.t. Mastalli) Calò (35′ s.t. Di Roberto) Carlini; Canotto, Paponi, Torromino (12′ s.t Elia) A disp. Venditti, Esposito, Vitiello, Schiavi, Dumancic, Viola, Mezavilla, Castellano.

 

MARCATORI: 11′ Rig. Lodi

AMMONITI: Marchese, Marotta, Biagianti (CAT); Vicente (JUV)

Un Catania volitivo, determinato e sereno infligge la prima sconfitta stagionale alla Juve Stabia di Caserta, brava a fare la partita ma imprecisa negli ultimi venti metri. Match deciso dopo dieci minuti grazie al rigore procurato da Marotta e trasformato impeccabilmente da Lodi. Tutto il resto della gara ha visto la Juve Stabia mantenere il pallino, ma il Catania essere più pericoloso in ripartenza, senza soffrire eccessivamente. Due volte Marotta per i rossazzurri e Canotto per i campani sono andati vicino alla rete, ma alla fine a primeggiare è stato soprattutto lo spettacolo in panchina con i cambi tattici e riassestamenti costanti voluti dai due tecnici. Sfida intensa, ragionata e di altra categoria per due squadre sicuramente in salute e determinate ad ottenere risultati importanti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy