Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le ultime

Catania, conto alla rovescia: il futuro in undici giorni. Le ultime

Catania, conto alla rovescia: il futuro in undici giorni. Le ultime

Entro il prossimo 11 novembre devono essere pagati gli stipendi. Il rischio è che gran parte dei tesserati chiedano lo svincolo

Mediagol (nc) ⚽️

"Catania, conto alla rovescia. Il futuro in undici giorni, è tutto nelle mani di Nicolosi". Titola così l'edizione odierna de "La Gazzetta dello Sport", che punta i riflettori in casa Catania. La squadra di Baldini oggi non giocherà il match interno con la Vibonese. Nella giornata di martedì, alla luce del maltempo e tenendo conto delle previsioni meteorologiche riferite anche ai prossimi giorni, il club rossazzurro ha inoltrato alla Lega Italiana Calcio Professionistico formale richiesta di rinvio della gara in programma allo Stadio "Massimino". La Lega ha accolto tale richiesta, rinviando ufficialmente la gara a data da destinarsi.

Intanto, i soci della Sigi hanno undici giorni di tempo per pagare gli stipendi per non rischiare di perdere parte dei calciatori. Il rischio, però, resta quello: alcuni tesserati potrebbero lasciare Catania ed il Catania non appena saranno ufficializzate le penalizzazioni: -2 per gli stipendi non pagati di giugno e -4 .per le spettanze di agosto e settembre.

Il futuro è un rebus. E' tutto nelle mani di Gaetano Nicolosi, che possiede attualmente il 46 per cento delle quote. E "giorni fa aveva promesso interventi mirati per salvare il salvabile, ma questa resta l’ultima carta che l’attuale dirigenza potrebbe mettere sul tavolo, altrimenti rischia davvero di non completare la stagione", si legge. Nicolosi potrebbe decidere di gestire, con l'aiuto di pochi soci, il club in attesa di una svolta, facendo fronte solo alle spese più importanti. Ma non solo; il prossimo 9 novembre è in programma, infatti, l'udienza relativa alla richiesta di sequestro conservativo avanzata dalla curatela fallimentare della Calcio Catania Servizi S.r.l., la società di servizi operante in passato a Torre del Grifo e dichiarata fallita dalla Sezione Fallimentare del Tribunale etneo nel settembre dello scorso anno: in ballo ci sono circa 3 milioni di euro. "Riuscirà a sopravvivere il Catania di fronte a tutti questi ostacoli?", conclude la Rosea.

tutte le notizie di