Caos Catania, blitz della Guarda di Finanza: Pulvirenti indagato per bancarotta fraudolenta. I dettagli

Caos Catania, blitz della Guarda di Finanza: Pulvirenti indagato per bancarotta fraudolenta. I dettagli

Questa mattina, le Fiamme Gialle hanno perquisito anche Torre del Grifo Village, quartier generale del Calcio Catania

Nuovi guai per il Calcio Catania.

I finanzieri del nucleo di Polizia economico finanziaria, su mandato della Procura di Catania, hanno eseguito questa mattina un decreto di perquisizione e sequestro emesso dal gip etneo Carmelo Zuccaro della società Meridi, società del gruppo Finaria che ha come azionista di maggioranza Antonino Pulvirenti, indagato per bancarotta fraudolenta.

Secondo quanto accertato dalla Procura – informa Gds.it – Meridi avrebbe un’esposizione debitoria di oltre 90 milioni di euro di debiti erariali e previdenziali che l’ha portata all’insolvenza e alla nomina di commissari giudiziali. E proprio a seguito di quest’ultima, i finanzieri avrebbero acquisito tutta la documentazione relativa ai rapporti commerciali tra Meridi e le altre imprese del gruppo Finaria.

Le Fiamme Gialle, dunque, hanno perquisito anche Torre del Grifo Village, quartier generale del Calcio Catania, oltre all’hotel La Fenice di Belpasso, all’istituto di vigilanza privata Ancr di Belpasso (attuale custode del denaro contante ritirato presso i punti vendita Forté), a Sicurtransport (sempre a Belpasso, quale precedente gestore del servizio di raccolta del denaro contante dei supermercati) e all’azienda agricola Biorossa.

Perquisite anche le sedi di uno studio commercialista a Messina e di uno studio legale internazionale a Roma, in quanto depositari di documentazione relativa ad operazioni finanziarie (tra le quali l’emissione di un Bond e, in generale, attività di ristrutturazione del debito) effettuate dalla Finaria. Perquisite, inoltre, le residenze di Pulvirenti, Carmelo Sapienza (rappresentante legale di Meridi), di Santi Maria Pulvirenti (rappresentante legale di Biorossa), di Francesco Cipolla (con ampi potere di gestione in Meridi), di Davide Franco (presidente cda Finaria e del Calcio Catania) e di Giuseppe Caruso (consigliere cda Finaria e del Calcio Catania).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy