A tutto Cassano: “In A sarei ancora top. Scendere di categoria? Vorrei solo un club…”

A tutto Cassano: “In A sarei ancora top. Scendere di categoria? Vorrei solo un club…”

Antonio Cassano è ancora in cerca di un club in cui accasarsi, ma ha le idee ben chiare su quali squadre potrebbero accoglierlo…

Antonio Cassano non ha ancora appeso le scarpette al chiodo, pur non scendendo in campo da due anni.

L’attaccante trentaseienne, che nel 2017 aveva trovato un accordo con il Verona cambiando tuttavia idea pochi giorni dopo e risolvendo consensualmente il contratto con la società scaligera, è ancora in cerca di un club dove accasarsi. Durante la sessione estiva del mercato il barese era finito nel mirino dell’Ibiza, dove si è trasferito il compagno di ruolo e connazionale Marco Borriello, ma i contatti si sono conclusi con un nulla di fatto.

Fantantonio, intervistato dal quotidiano ‘Il Secolo XIX’, ha ammesso di avere ancora voglia di giocare e ha parlato della possibilità di approdare al Monza, club di Serie C recentemente acquistato da Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, uomini che conosce bene per la stagione trascorsa al Milan:
È sempre un onore quando due persone di spessore come Berlusconi e Galliani pensano a te. Ma io mi sento ancora un giocatore di Serie A, a maggior ragione dopo aver visto in televisione alcune partite del campionato italiano. La qualità globale è davvero modesta. Sia chiaro, la mia priorità, anche per questo, resta sempre la Serie A, dove sono convinto di poter fare ancora la differenza. Ma se proprio devo scendere di categoria… A questo punto in Serie B o in Serie C, andrei in una sola squadra, l’Entella. Lo farei soprattutto per il rapporto di grande stima e amicizia che coltivo da tempo con il presidente Gozzi e anche con l’ambiente. Chiavari mi piace molto, ci vado spesso con la mia famiglia. E mi piacerebbe scrivere un pezzetto di storia dell’Entella. Sono convinto di potercela fare, assieme a Gozzi, una persona stupenda e squisita. È una di quelle sfide che mi intrigano. Offrire il mio contributo per scrivere la storia di una società come l’Entella. C o B non fa differenza per me“.

Roma, Totti esalta Cassano: “Il calciatore più forte con cui ho giocato, la nostra intesa era perfetta”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy