Fiorentina-Benevento, orgoglio Inzaghi: “Fatto un’impresa, critiche eccessive. Lotteremo fino alla fine”

Le dichiarazioni rilasciate nel post-partita dal tecnico del Benevento

Benevento

Zero a uno. E’ questo il risultato finale maturato questo pomeriggio allo Stadio “Artemio Franchi” di Firenze.

Una vittoria, quella conquistata dal Benevento ai danni della Fiorentina di Cesare Prandelli, centrata grazie alla rete messa a segno da Riccardo Improta. Intervenuto ai microfoni di SkySport al termine della sfida valida per l’ottava giornata del campionato di Serie A, il tecnico del Benevento Filippo Inzaghi ha analizzato la prestazione offerta dalla compagine campana.

“Alleno un gruppo di ragazzi fantastici. Abbiamo fatto un’impresa in trasferta contro la Fiorentina, dimostrando carattere e organizzazione. Sappiamo che la Serie A è qualcosa di straordinario per noi, ma non deve mai mancare il nostro spirito che ci ha sempre contraddistinto. La squadra aveva bisogno di questa vittoria, avevamo assenze importanti e serviva una prova di livello. Dopo il match con lo Spezia abbiamo subito qualche critica di troppo. La Serie A è una categoria complicata e il Benevento l’ha subito sulla sua pelle nella prima esperienza. Sono davvero felice per questi ragazzi perché sono due anni che danno spettacolo. Abbiamo sbagliato solo la partita con lo Spezia”, sono state le sue parole.

OBIETTIVO – “Noi dobbiamo essere consapevoli di dover lottare fino alla fine per la salvezza. Questi ragazzi vanno difesi e tutelati per quello che hanno fatto e per ciò che stanno facendo. La strada è lunga, avremo momenti difficili, l’importante sarà restare uniti per cercare di centrare un obiettivo complicato ma che sarebbe straordinario”.

CONFERENZA STAMPA –  “Dopo la sconfitta contro lo Spezia sembravamo praticamente retrocessi. I nostri tifosi, invece, sono orgogliosi di quello che stiamo proponendo. Nella mia gestione abbiamo forse sbagliato due gare: con lo Spezia e con il Pescara, in serie B. L’ambiente deve darci una mano, io non sono sorpreso dall’atteggiamento che abbiamo avuto oggi su un campo difficile come quello di Firenze, a cospetto di un avversario di un livello superiore. Se non hai undici guerrieri non torni a casa con un risultato pieno da Firenze, abbiamo addirittura il rammarico per non averla chiusa prima. Il pareggio della Fiorentina sarebbe stato una beffa, ma in serie A la beffa è dietro l’angolo. Ringrazio tutti questi ragazzi, nello spogliatoio li ho visti felici ed è l’unica cosa che conta. La strada è ancora lunga, la mentalità l’abbiamo acquisita sin dalla passata stagione e in campo sappiamo perfettamente quello che dobbiamo fare. Dopo lo 0-3 con lo Spezia ho ascoltato giudizi troppo negativi nei confronti dei calciatori. Se non ci aiutiamo tutti sarà dura mantenere la categoria, se pensiamo di mantenere la A senza problemi siamo fuori strada”, ha concluso Inzaghi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy