Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Monopoli-Bari, Mignani alla vigilia: “Gol subiti? Diventa un limite. A Palermo…”

Monopoli-Bari, Mignani alla vigilia: “Gol subiti? Diventa un limite. A Palermo…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Bari alla vigilia della sfida contro il Monopoli

Mediagol ⚽️

"La voglia l’abbiamo messa anche domenica scorsa, poi gli episodi non sono andati nel verso giusto". Lo ha detto Michele Mignani, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Monopoli. Diversi i temi trattati dal tecnico del Bari: dalla sconfitta rimediata lo scorso weekend contro l'Acr Messina, alle prestazioni offerte fin qui dagli uomini di Alberto Colombo. Il match è in programma sabato pomeriggio, alle ore 17:30, allo Stadio Comunale "Vito Simone Veneziani".

"Loro sono una squadra strepitosa, già all’andata si è dimostrata competitiva. Dobbiamo pensare a noi, entrare in campo concentrati e decisi pur sapendo che loro hanno grandi motivazioni. Ma le nostre devono essere superiori. Hanno un modulo delineato, con due giocatori in ampiezza che hanno corsa e un buon piede: sappiamo come lavorare su queste situazioni, sia con il terzino, sia con la mezzala. Sono cose su cui abbiamo lavorato tanto", le sue parole.

SINGOLI - "Mallamo ha minuti nelle gambe perché è stato fermo poco, Paponi ha avuto problematiche diverse ma sta bene e sicuramente sarà disponibile. Galano e Celiento? Hanno avuto qualche problema, dobbiamo essere attenti perché un conto è non avere un calciatore per una o due partite, un conto è perderlo per più tempo. L’idea è quella di non esporre nessuno a rischi. Di Cesare? Sta bene, continua a dare dei segnali positivi. Il momento è vicino, ha entusiasmo: l'ho fatto entrare per pochi minuti a Pagani".

GOL SUBITI - "Con il Catania abbiamo preso una rete su calcio d'angolo a nostro favore, spesso ci lasciamo prendere alla sprovvista. Dobbiamo essere più bravi, se commettiamo errori questo diventa un limite: soprattutto se prendiamo gol su corner, quando tutta la squadra si abbassa, quindi le colpe non possono essere attribuite solo ai difensori. Anche altre volte abbiamo subito dei contropiede per la tanta voglia di andare a fare gol, questo è un atteggiamento che io voglio trasmettere alla squadra. L'abbiamo dimostrato a Palermo, in dieci con il Potenza: però ci devono essere le letture delle sfide, i giocatori più esperti sanno che serve equilibrio. Ripeto, non riguarda solo i difensori, ma tutti gli undici", ha concluso Mignani.

tutte le notizie di