Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

AVELLINO

Avellino, parla Di Gaudio: “Bari? Li abbiamo messi sotto. Vogliamo il primo posto”

PARMA, ITALY - APRIL 02: Antonio Di Gaudio of Parma Calcio in action during the serie B match between Parma Calcio and US Citta di Palermo at Stadio Ennio Tardini on April 2, 2018 in Parma, Italy.  (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

In occasione della presentazione dell'Avellino Store, L'esterno offensivo palermitano Di Gaudio ha ricordato il pareggio al "San Nicola" di Bari illustrando gli obiettivi che seguirà la squadra irpina.

Mediagol (dr) ⚽️

L'Avellino ha consentito al Palermo di accorciare il distacco dalla vetta, fermando la capolista Bari al "San Nicola" sul risultato di 1-1  nel posticipo della diciassettesima giornata di campionato di Serie C girone C, . La compagine rosanero, grazie alla vittoria casalinga contro il Monopoli, è balzata al secondo posto a -5 dai "galletti" mentre la squadra irpina occupa attualmente il sesto posto con 28 punti totalizzati.

Proprio un calciatore palermitano, punto di forza della formazione biancoverde, ovvero Antonio Di Gaudio, ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione della presentazione dell'Avellino Store nel giorno dell'Immacolata: "Pareggio con il Bari? Da un lato ci brucia ma dall'altro ci ha dato consapevolezza di essere una grande squadra. Abbiamo messo sotto la prima della classe e abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutte le formazioni del girone. Se avessimo finalizzato qualche occasione all'inizio oggi avremmo qualche punto in più e staremmo parlando di altro. Ma ora mettiamo in archivio questa partita e pensiamo a Vibo cercando di portare a casa i 3 punti. Sarebbe importante fare 9 punti ma pensiamo a partita dopo partita. Ci sono diversi scontri diretti, è vero, ma noi pensiamo prima a noi stessi. Fare più punti possibili prima della sosta è importante. Siamo padroni del nostro destino. Obiettivo? Crediamo ancora al primo posto".

Non sono mancate le polemiche da ambo le parti dopo il match del "Partenio" contro il Bari. Mentre i pugliesi recriminano per la rete dell'ex rosanero Kanouté realizzata in sospetta posizione di fuorigioco, l'Avellino ha protestato per un calcio di rigore non concesso su cui si è soffermato l'ex Parma: "Forse l'arbitro non ha visto il fallo, ma ripeto, oggi pensiamo alla partita contro la Vibonese perché abbiamo perso punti con le piccole e per noi questa partita è davvero fondamentale. Il match col Bari è archiviato, torneremo a pensare ai pugliesi solo quando si giocherà la gara di ritorno. Come detto pensiamo alla Vibonese, perché abbiamo perso troppi punti contro le piccole e purtroppo ora dobbiamo rincorrere ed evitare di sbagliare".