Spagna, Guardiola escluso dalla chat whatsapp di “Barcellona ’92”: Santiago Canizares chiarisce la situazione

Le dichiarazioni dell’ex portiere spagnolo Santiago Canizares

Guardiola

Pep Guardiola e il calcio: un binomio che va avanti da ormai tanti anni.

VIDEO Spagna, esplode il talento di Ferran Torres: il Manchester City si gode il proprio pupillo

Il tecnico spagnolo, originario di Santpedor, attualmente sulla panchina del Manchester City, prima di essersi imposto come allenatore era un forte centrocampista anche della Nazionale spagnola dotato di un’ottima visione di gioco. Con la maglia della ‘Roja’  nel 1992 vinse un oro olimpico in quel di Barcellona ed oggi, a distanza di diversi anni, è tornato di moda quel team che riuscì a vincere quell’ambitissimo premio. Il motivo? Il tecnico dei Citizens è stato escluso dalla chat whatsapp che riunisce i membri della Nazionale del gruppo di Barcellona ’92 che, ancora oggi e a distanza di parecchio tempo, sono soliti sentirsi con frequenza.

Barcellona, Benedito svela: “Messi? Ecco cos’è meglio per il suo futuro. E sulla presidenza…

Secondo l’ex allenatore del Bayern Monaco, che in un documentario intitolato ‘Play it again‘ ha affrontato diverse tematiche a 360°, l’esclusione è dovuta a pensieri contrastanti sulla politica spagnola.

guardiola

A fare chiarezza sul discorso in questione è intervenuto in tackle l’ex portiere spagnolo Santiago Canizares raccontando la propria versione dei fatti riportata di seguito.

Quel gruppo non ha niente a che fare con la politica – precisa l’ex portiere del Real Madrid a ‘Radio Marca‘ – semplicemente non ho potuto aggiungerlo perché non sono l’amministratore della chat, non ho il suo numero e lui stesso ha ammesso di non avere Whatsapp. Non c’é dietro alcuna frizione o connotazione politica“.

L’ex estremo difensore del Valencia non si nasconde nel dire la sua in merito alla visione politica dell’ex Brescia: “I politici ci hanno portato a una società radicalizzata. La nostra società ha abboccato e lui stesso ha abboccato quando ha parlato della Spagna come di uno stato oppressivo ed è per questo che, da spagnolo, ci offende”.

VIDEO Roma, Borja Mayoral e Mkhitaryan mettono il turbo e consolidano in terzo posto: i numeri che fanno sognare i capitolini

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy