Liverpool-Napoli, la rivelazione di Alisson: “De Laurentiis mi voleva in azzurro, non accettai per un motivo per preciso…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’esperto portiere brasiliano alla vigilia della sfida di Champions League in programma questa sera ad Anfield

Parola ad Alisson Becker.

Intervenuto ai microfoni del noto quotidiano britannico ‘The Independent‘, l’esperto portiere brasiliano di proprietà del Liverpool ha svelato un curioso retroscena di mercato alla vigilia della sfida contro il Napoli, in programma questa sera ad Anfield e valido per la penultima giornata della fase ai gironi di Champions League. Nell’estate del 2018 il trasferimento al Liverpool dalla Roma per una cifra vicina ai sessanta milioni di euro, una cifra record che ha costituito il trasferimento più oneroso della storia per un estremo difensore.

“Ho ricevuto un’offerta da parte del Napoli, il presidente è venuto da me, ma se fossi andato al Napoli dalla Roma mi sarei messo in una situazione difficile. Tra le due squadre c’è una grande rivalità. Ammiro molto il Napoli, hanno una squadra di vertice ed è sempre difficile giocare contro di loro, specialmente al San Paolo – ha dichiarato Alisson -. Il Napoli fa parte della storia della mia carriera. A marzo del 2018 la Roma ha disputato una partita in trasferta a Napoli ed è stata fantastica per me, dato che ho fatto undici parate in una grande prestazione difensiva. E poi ad Anfield penso di aver messo il mio nome nella storia del Liverpool in una partita decisiva, con un grande salvataggio, in una situazione da dentro o fuori”.

Chiaro il riferimento alla sua parata su Milik: “Io ero pronto, mi trovavo nella posizione giusta, stavo aspettando che i difensori liberassero la palla, ma il cross era difficile da respingere e così ho visto la palla arrivare a Milik. Ho provato a chiudergli lo specchio, l’ho costretto a tirare rapidamente. La palla l’ho attaccata subito complicandogli la situazione. Se fossi rimasto fermo, lui avrebbe avuto più spazio e tempo per guardare la porta e scegliere il lato giusto per far gol. Chi ha parlato di parata semplice è un po’ geloso. Quando lavori, ciò che impari viene sempre fuori. Devi essere sempre concentrato. La verità è che ho reso facile una situazione difficile. Ho fatto una cosa semplice ma molto importante”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy