Arsenal, Ljungberg l’erede di Emery: “La squadra ha bisogno dei tifosi, farò ritornare il sorriso”

Il tecnico svedese, nella precedente esperienza sulla panchina dell’Under 23, ha preso il posto dell’esonerato Emery dopo la sconfitta rimediata dai Gunners in Europa League contro l’Eintracht Francoforte

L’Arsenal ha deciso di esonerare Unai Emery.

La sconfitta casalinga rimediata in Europa League dai Gunners contro l’Eintracht Francoforte ha costretto il club londinese a cambiare manager. La caduta europea non è stata l’unica motivazione che ha portato la dirigenza biancorossa a fare a meno del tecnico spagnolo, infatti, a questo si sono uniti i pessimi risultati ottenuti in campionato dove l’Arsenal è a 20 punti dal Liverpool capolista. L’erede del tecnico iberico è un ex calciatore dei Gunners ossia Freddie Ljungberg che dal 1998 al 2007 ha indossato questa casacca totalizzando 216 presenze con 46 reti all’attivo. Nella precedente esperienza da allenatore lo svedese ha guidato l’U23 dell’Arsenal, di seguito le sue prime parole da neo manager attraverso il proprio profilo twitter dopo la prima seduta di allenamento.

“Fino a quando guiderò l’Arsenal, darò tutto per far tornare il sorriso sui volti. Ci attendono alcune settimane impegnative e la squadra ha bisogno di tutto il vostro supporto. Ora lavoriamo!”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy