Real Madrid, Zidane: “Ho dato tutto per diventare calciatore senza fare mai l’idiota”

Il racconto dell’attuale tecnico delle “Merengues” che ha rievocato ricordi riguardanti i suoi inizi di carriera da calciatore

Il ritorno di Zinedine Zidane sulla panchina del Real Madrid è stato senz’altro inaspettato ma sembra aver giovato all’ambiente blancos.

Il tecnico transalpino nel corso della sua carriera ha sempre dimostrato sobrietà e professionalità, caratteristiche che devono essere insite a ogni suo giocatore come ha confermato ai microfoni di ‘Otro‘.

Prima per giocare dovevi essere bravo, non era semplice come oggi. Adesso se sanno che hai talento ti danno un’occasione, in passato non era così. Io mio unico desiderio è sempre stato quello di giocare a calcio. A scuola non andavo bene, sapevo che il mio atteggiamento non era ideale, ma i miei genitori non mi hanno mai rimproverato. Mi hanno detto che avrei dovuto fare ciò che desideravo e da quel momento ho dato tutto per ottenere quello che volevo. Ho combattuto per diventare il migliore. Mi sono sempre riposato bene, non ho mai fatto l’idiota e bevevo solo acqua. Ho dato tutto per diventare il miglior giocatore possibile, dovevo farlo a tutti i costi per rendere orgogliosi i miei genitori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy