Razzismo Cadice-Valencia, Diakhaby: “Cala mi ha detto negro di m***a”

Il calciatore ha raccontato quanto accaduto ieri, durante la sfida tra Cadice e Valencia

liga

“Sconfitta di tutti, non sei solo”. 

Dopo il terremoto avvenuto nella serata di ieri per l’episodio razzista denunciato da Diakhaby, in occasione della sfida Cadice-Valencia, anche il quotidiano spagnolo Marca ha voluto porre l’attenzione sulla vicenda titolando con una frase che lascia ben poco spazio a fraintendimenti l’articolo che racconta l’accaduto.

“Mi ha chiamato negro di m***a”, il virgolettato del difensore francese citato dal giornale spagnolo già in prima pagina. I pipistrelli hanno abbandonato il campo, salvo poi rientrare senza il loro centrale e portare a termine l’incontro, perso 2-1. Nella serata di ieri è arrivato anche il comunicato del Cadice che ha condannato l’episodio.

“Il Cádiz Football Club, visti gli eventi accaduti nella partita contro il Valencia Football Club, vuole fare le seguenti considerazioni:
– Siamo contrari a qualsiasi situazione di razzismo o xenofobia, chiunque ne sia l’autore, e lavoriamo per la sua estirpazione. Tutti gli autori di questi crimini, che provengano o meno dalla nostra squadra, devono pagare per questo.
– Non dubitiamo dell’onestà di tutti i componenti della nostra rosa, fermi difensori della lotta al razzismo, il cui atteggiamento è sempre stato esemplare in tutte le partite che si sono giocate.
– Non si può entrare per valutare le questioni del gioco tra i giocatori, chiediamo sempre un atteggiamento di rispetto e responsabilità nei confronti degli avversari.
– Lavoriamo e continueremo a lavorare affinché nel nostro calcio non ci siano comportamenti xenofobi, con un “NO AL RAZZISMO” con tutta la sua forza”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy