Manchester City, Guardiola duro: “La Spagna vive una deriva autoritaria, un attacco diretto ai diritti umani”

Manchester City, Guardiola duro: “La Spagna vive una deriva autoritaria, un attacco diretto ai diritti umani”

La Corte Suprema spagnola ha giudicato meritevoli di pena detentiva tutti i leader politici separatisti che due anni fa, dopo il referendum d’indipendenza, si presero la responsabilità di gestione del governo catalano

Manchester City

La Corte Suprema spagnola ha giudicato meritevoli di pena detentiva tutti i leader politici separatisti.

Palermo: Daniele Mirri e Tony Di Piazza a New York, il “Columbus Day” tra sfilate viola e nessuna rosanero

Questi ultimi circa due anni fa si presero la responsabilità di gestione del governo catalano in seguito al referendum d’indipendenza. Una sanzione che è stata malvista sia da parte del Barcellona che da alcuni dei suoi tesserati come Gerard Piqué e l’ex tecnico dei catalani Pep Guardiola.

Palermo, in Italia nessuno come te: in Europa, solo il Liverpool meglio dei rosanero. Le statistiche

“Un attacco diretto ai diritti umani. La Spagna vive una deriva autoritaria in base alla quale la legge antiterrorismo viene utilizzata per criminalizzare il dissenso e persino per perseguitare gli artisti che esercitano la loro libertà di espressione. I leader condannati oggi rappresentano i partiti politici di maggioranza e le più importanti entità della società civile in Catalogna. Chiediamo alla società civile internazionale di esercitare pressioni sui propri governi per intervenire in questo conflitto e trovare soluzioni politiche e democratiche. Chiediamo alla comunità internazionale di posizionarsi chiaramente attraverso una risoluzione del conflitto basata sul dialogo e sul rispetto. Ribadiamo che in questo contesto esiste un solo modo: sedersi e parlare. Siediti e parla”.

Juventus, Ronaldo nella storia: 700 gol in carriera e il post sui social che li ricorda

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy