Barcellona, Messi: “Vorrei lavorare con Guardiola. Neymar? Sarebbe bello se tornasse al Barça”. E su CR7…

Barcellona, Messi: “Vorrei lavorare con Guardiola. Neymar? Sarebbe bello se tornasse al Barça”. E su CR7…

Le dichiarazioni della stella del Barcellona, Lionel Messi

Parla Lionel Messi.

La stella del Barcellona, intervenuto ai microfoni del quotidiano spagnolo La Marca, si è raccontato tra presente, passato e futuro, svelando, anche, che tra i suoi tanti desideri ci sia anche quello di tornare a lavorare con Pep Guardiola in panchina: “Giocare con calciatori forti è sempre un piacere. Ma dico la verità, mi piacerebbe lavorare ancora con Guardiola. Lo so, è complicato, ma credo che sarebbe bello perché è davvero uno dei migliori al mondo. De Ligt e De Jong, vengono da una scuola molto simile alla nostra, lavorano molto sul possesso palla e sulla qualità delle giocate. Sono due ottimi calciatori”. 

Su Neymar e CR7: “Un possibile ritorno del brasiliano mi sembra complicato, ci piacerebbe che tornasse per quello che ha fatto qui, sia come giocatore che come uomo spogliatoio. Credo che sia molto difficile che possa lasciare Parigi. Con Cristiano c’era una sana rivalità e competizione, penso sia stato un bene per il pubblico che guardava le nostre partite. Il Real Madrid è un grandissimo club, ma Cristiano mancherebbe a qualsiasi squadra. Segna moltissimo e il suo apporto è enorme”.

Un messaggio a Ousmane Dembélé: “In campo fa cose incredibili. Può davvero aspirare a grandi cose. Dall’altra parte è ancora un giovane ragazzo che si sta adattando alla città e bisogna lasciarlo sereno. Meno se ne parla e meglio è per lui”.

Sul Pallone d’Oro: “Dico la verità non ho dato importanza al premio. Sapevo che c’erano tanti nomi e che io non avrei potuto vincerlo, quindi in questo senso non sono rimasto né deluso né sorpreso. Più che i riconoscimenti personali contano le vittorie di squadra”.

Chiosa finale sulla Champions League: “È una coppa sempre speciale per ciò che rappresenta e vorremmo vincerla di nuovo, anche se la concorrenza è tanta: la Juventus, per esempio, è una squadra molto forte. Lo era già prima e con l’arrivo di Cristiano Ronaldo lo è ancora di più. Non ho bisogno di alcun cambiamento, sono nella miglior squadre del mondo. Le mie sfide ed i miei obiettivi si rinnovano ogni anno e non voglio andare via”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy