Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'EX INTER

Chelsea, le verità di Lukaku: “Chiedo scusa ai tifosi dell’Inter. Vorrei tornare”

Chelsea, le verità di Lukaku: “Chiedo scusa ai tifosi dell’Inter. Vorrei tornare”

Le parole del centravanti del Chelsea, tornato a parlare del suo passato all'Inter

⚽️

Romelu Lukaku torna a parlare dell'Inter e del rapporto interrotto con i tifosi nerazzurri, in seguito all'addio maturato nell'ultima sessione estiva di calciomercato. L'attaccante della nazionale belga milita adesso nel Chelsea, e finora ha collezionato tredici presenze e solamente cinque gol in Premier League. Un bottino certamente magro per un centravanti dalla caratura tecnica di Lukaku, non ambientatosi nel migliore dei modi all'interno della macchina perfetta della squadra campione d'Europa in carica.

Intervenuto nel corso di un'intervista esclusiva ai microfoni di Sky Sport, Big Rom fa mea culpa per aver lasciato i nerazzurri a pochi giorni dalla fine del mercato, ma soprattutto lasciando l'amaro in bocca a milioni di supporters interisti. Di seguito le sue dichiarazioni: "È passato di tutto. Penso che tutto quello che è successo non doveva succedere così. Come ho lasciato l’Inter, come ho comunicato con i tifosi, questo mi dà fastidio perché non è il momento giusto adesso, ma anche quando sono andato via non era il momento giusto. Adesso penso che sia giusto parlare perché ho sempre detto che ho l’Inter nel cuore, tornerò a giocare di là, lo spero veramente. Sono innamorato dell’Italia, questo giustamente è il momento di parlare e di far sapere alla gente cosa è successo veramente senza parlare male delle persone perché io non sono così. Per prima cosa voglio dire un grande scusa ai tifosi dell’Inter perché penso che la maniera in cui me ne sono andato sarebbe dovuta essere diversa. Io dovevo parlare prima con voi, perché le cose che voi avete fatto per me, per la mia famiglia, per mia madre, per mio figlio, sono cose che rimangono per me nella vita. Io spero davvero nel profondo del mio cuore di tornare all’Inter, non alla fine della mia carriera, ma a un livello ancora buono per sperare di vincere di più".