CHAMPIONS LEAGUE

Real Madrid-Inter: Inzaghi sfida Ancelotti per il primato in Champions League

Real Madrid-Inter: Inzaghi sfida Ancelotti per il primato in Champions League

Spettacolo garantito per l'ultimo match del girone D della Champions League. L'Inter di Simone Inzaghi, già qualificata agli ottavi di finale, deve vincere contro il Real Madrid di Ancelotti per il sorpasso sui blancos che garantirebbe il primato.

Mediagol (dr) ⚽️

Il futuro europeo del Milan di Pioli costituisce ancora un'incognita che sarà svelata stasera. L'Inter è invece già certa della qualificazione agli ottavi di finale di UEFA Champions League. La compagine di Simone Inzaghi sa già che le proprie avversarie non possono in alcun modo raggiungere il secondo posto del girone D a prescindere dai risultati di stasera. Il Real Madrid si trova attualmente in cima al gruppo con 12 punti raccolti. I nerazzurri sono secondi in graduatoria con 10 punti, segue lo Sheriff Tiraspol con 6 punti ed infine lo Shaktar Donetsk fanalino di coda con un solo punto ottenuto.

Come già detto, l'Inter ha già ottenuto di diritto l'accesso agli ottavi di finale della massima competizione europea, ma ciò non vuol dire che stasera la compagine nerazzurra non debba cercare di ottenere i tre punti in casa del Real Madrid. Infatti, un prestigioso successo esterno contro i blancos garantirebbe ai nerazzurri il primo posto del girone D a quota 13 punti, sorpassando così il Real. Ciò permetterebbe a Brozovic e compagni di ottenere il passaggio del turno come testa di serie per poi avere l'opportunità di affrontare un avversario sulla carta meno temibile agli ottavi di finale.

Il Real Madrid si affiderà sicuramente a Courtois per la protezione della propria porta. Il reparto difensivo dei blancos nel corso della stagione si sta consolidando: al centro della retroguardia, probabilmente, saranno schierati Eder Militao e l'ex Bayern Monaco Alaba. Sulle corsie laterali prenderanno posto i soliti Carvajal sulla destra e Ferland Mendy sulla sinistra. Il centrocampo titolare dei madrileni è da almeno sei anni intoccabile: Toni Kroos, Casemiro e Luka Modric sono pedine fondamentali nello scacchiere della compagine spagnola. Il RealMadrid è parecchio rimaneggiato in fase offensiva. Infatti, Ancelotti dovrà fare a meno della stella Gareth Balee soprattutto del quarto miglior giocatore al mondo secondo la lista del più recente Pallone d'Oro stilata da France Football, ovvero Karim Benzema. Di conseguenza, è probabile che le scelte per quanto concerne il reparto avanzato ricadranno su un tridente giovane composto da Rodrygo e Vinicius Jr. alti sulle fasce al supporto del centravanti da non sottovalutare Luka Jovic.

L'Inter può sorridere per i ritorni in difesa di Kolarov e De Vrij che però difficilmente partiranno dal primo minuto della gara. Inzaghi, oltre alla sicura scelta di Handanovic tra i pali, si affiderà probabilmente ad un terzetto difensivo composto da D'Ambrosio, Skriniar e Bastoni. La linea mediana nerazzurra è forse il reparto più in forma per quello che si è visto nelle ultime partite disputate in Serie A ed il reparto potrebbe essere confermato in toto partendo dal ritrovato Dumfries sulla fascia destra, mentre sulla sinistra troveremo Perisic. In mezzo mix di solidità e fantasia composto da Brozovic, Barella e Chalanoglu, con quest'ultimo in stato di grazia dopo il gol gioiello realizzato contro la Roma direttamente dalla bandierina del calcio d'angolo. In attacco è facile immaginare che si punterà sul tandem composto da Lautaro Martinez ed Edin Dzeko.

Queste le probabili formazioni:

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, F. Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Rodrygo, Jovic, Vinicius Jr.. Allenatore: Carlo Ancelotti. 

INTER (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez. Allenatore: Simone Inzaghi. 

tutte le notizie di