Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

CHAMPIONS LEAGUE

Inter-Liverpool, Inzaghi: “Imporre il nostro gioco. Tra Lautaro, Dzeko e Sanchez…”

KIEV, UKRAINE - SEPTEMBER 28: Head coach of FC Internazionale Simone Inzaghi looks on before the UEFA Champions League group D match between Shakhtar Donetsk and Inter at Metalist Stadium on September 28, 2021 in Kiev, Ukraine. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia della sfida tra Inter e Liverpool valida per gli ottavi di finale di Champions League.

⚽️

Dopo mesi dal sorteggio di Nyon, arrivano i tanto attesi ottavi di Champions League per l'Inter di Simone Inzaghi, che sfiderà il Liverpool. La gara d'andata verrà disputata tra le mura amiche di "SanSiro", mentre quella dell'otto marzo, valida per il ritorno, nella splendida cornice di "Anfield". Il tecnico ex Lazio è stato brillante protagonista fin qui sulla panchina nerazzurra, portando campioni d'Italia a giocarsi la fase finale della maggiore competizione europea per club.  L'ultima apparizione dei nerazzurri negli ottavi di finale di Champions League risale al 2012, qundo sulla panchina meneghina sedeva Claudio Ranieri. Ecco le parole del tecnico piacentino in sede di conferenza stampa pre-partita:

"Affrontiamo una delle squadre più forti del mondo, e proveremo a fare il massimo. Ma sono felice per i nostri tifosi e i giocatori perché tornano a giocare a un certo livello. Non voglio che i miei si snaturino, dovremo cercare di fare e imporre il nostro gioco. Anche se loro restano favoriti, faremo di tutto per metterli in difficoltà. La fiducia in vista del Liverpool me la dà il gioco. Non partiamo battuti. Il primo step di crescita era tornare agli ottavi, ora proveremo a fare il secondo. Ma non dovremo sbagliare nemmeno i dettagli". Sull'attacco posso dirvi che tutti e tre partono con le stesse chance, deciderò dopo la rifinitura e il lavoro di domani. Due giocheranno dal 1', uno entrerà a gara in corsa. Cerco sempre di farli ruotare, andando in campo ogni tre giorni si spendono tante energie psicofisiche"

tutte le notizie di