Bundesliga, Hummels promuove le porte chiuse: “Così comunico meglio con i compagni”

Bundesliga, Hummels promuove le porte chiuse: “Così comunico meglio con i compagni”

Il difensore centrale del Borussia Dortmund commenta la ripartenza senza i tifosi

La Bundesliga è ripartita.

La Germania prova a lasciarsi alle spalle l’emergenza Coronavirus, allenando le misure restrittive durante la sua “Fase 2” e optando per il ritorno in campo della Bundesliga. Il calcio tedesco, infatti, è stato il primo grande campionato europeo a riprendere – se pur a porte chiuse – dopo lo stop causato dalla diffusione del Covid-19. Un provvedimento, quello degli stadi senza tifosi, che sebbene necessario non ha trovato la piena approvazione della maggior parte di calciatori e addetti ai lavori. A fare eccezione però è il difensore del Borussia Dortmund, Mats Hummels, intervenuto ai microfoni di “Kicker” per commentare la ripartenza della Bundesliga a porte chiuse. 

Giocare senza tifosi è sicuramente triste, specialmente se penso alla sfida contro il Bayern Monaco quando di solito avevamo 80mila persone in casa. Senza il pubblico posso dare e ricevere molti più consigli e comandi dalla panchina. Quando lo stadio è stracolmo, fatico a comunicare a dieci metri di distanza”.

È solo una situazione diversa – ha ammesso il giocatore – ma non la vedo come un qualcosa che cambierà i destini della Bundesliga. Lo definirei punto zero. Sicuramente giocare senza tifosi e con gli spalti vuoti crea un’atmosfera speciale, diversa e svantaggia anche chi gioca in casa, ma tutto sommato questo vale anche per quando affronteremo i nostri avversari fuori casa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy