VIDEO, Rispoli: “Palermo ha tanti giovani che non conoscono la Serie A, piena fiducia nella società. Ai tifosi dico…”

Il video dell’intervista al terzino e leader del Palermo: “

1 Commento

Sono giorni difficili in casa Palermo.

La sconfitta alla prima in campionato contro il Sassuolo ha messo in evidenza tutti i limiti tecnici di una squadra che, grazie al lavoro di Ballardini, ha acquisito un po’ d’ordine, peculiarità che tuttavia non è sufficiente per creare azioni da gol e mettere in difficoltà gli avversari. Zero le occasioni create da Balogh e compagni, con Bentivegna che è stato quasi costretto a giocare lontano dalla porta avversaria per tentare di cucire il gioco a metà campo, dove tuttora manca un regista.

FOCUS: UNA NITIDA ISTANTANEA CON VISTA SUL MERCATO

A parlare all’indomani del ko contro i neroverdi, è uno dei leader carismatici della formazione siciliana, Andrea Rispoli. “Il Sassuolo è un avversario forte, i cui calciatori giocano da tanti anni insieme e si conoscono a memoria – ha sottolineato il classe ’88 intervenendo a TgMedSportXL in onda su Trm -. La loro condizione fisica è al momento migliore della nostra perché hanno cominciato la stagione alcune settimane prima di noi. In queste partite i dettagli fanno la differenza: abbiamo peccato nella circostanza del rigore, ci dispiace perché forse, avessimo prestato più attenzione, ci saremmo portati a casa il punto“.

Giovani e stranieri – “Potevamo partire meglio, questo è sicuro. L’anno scorso siamo partiti molto forti, ma questa volta non è stato possibile. Ci sono molti stranieri e molti giovani in questa squadra, non è semplice per loro abituarsi alla nostra categoria, alla Serie A. Mi immedesimo in loro e so che non è semplice. Dispiace per il risultato, perché penso che un punticino potevamo strapparlo“, ha proseguito il laterale ex Parma.

Di seguito il video dell’intervista.

Fiducia – “Se questa è una squadra adeguata o no? Purtroppo i giocatori che sono arrivati sono sì bravi, ma hanno poca esperienza in A. La verità è questa. Il Sassuolo, a differenza nostra, ha un’esperienza incredibile, con calciatori che conoscono il nostro campionato. Noi abbiamo tanta fiducia nei confronti della società che, ripeto, ha acquistato dei giocatori molto bravi che devono abituarsi alla categoria“.

Tifosi – “Quanto ci serve l’affetto della gente? Tantissimo. Noi in campo abbiamo dato sempre tutto, sin dal ritiro, arrivando fino al match di ieri. Ma questo a volte non può bastare perché nella vita contano solamente i risultati. Il mio intento è di non deludere la gente che si aspetta molto da noi. Bisogna remare dalla stessa parte ed essere uniti“.

Lotta salvezza – “Oggi, sulla carta, ci danno tutti per spacciati, ma esprimere dei giudizi ora è difficile. Nella vita ci si ricrede da un giorno all’altro. Noi non pensiamo ai pronostici della vigilia. Dobbiamo pensare a dare tutto. Sono convinto che ce la giocheremo con le altre squadre coinvolte nella lotta salvezza: squadre come Crotone, Pescara e altre vorranno vendere cara la pelle“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ronemax - 3 mesi fa

    non vi preoccupate… una media di 5000 tifosi a partita l’avrete…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy