Serie A: paracadute finanziario, suddivisione milioni per chi retrocede in Serie B

Serie A: paracadute finanziario, suddivisione milioni per chi retrocede in Serie B

Nove giornate alla fine dei giochi: la lotta per non retrocedere sembra aver già dato due nomi di squadre “perdenti”. Ecco incassa chi retrocede dalla Serie A alla Serie B.

1 Commento

“Abbiamo un piano A e un piano B“. L’aveva detto Paul Baccaglini qualche giorno fa, premettendo tuttavia che il capitolo salvezza sia tutt’altro che chiuso.

Il nuovo presidente del Palermo – che dal 30 aprile, forse anche prima, diverrà il proprietario al 100% del club rosanero – non reputa conclusa la lotta per evitare la retrocessione. La squadra di Diego Lopez ha nove finali da disputare per recuperare il -7 dall’Empoli.

Domenica 2 aprile 2017: Palermo – Cagliari

Domenica 9 aprile 2017: Milan – Palermo

Sabato 15 aprile 2017: Palermo – Bologna

Domenica 23 aprile 2017: Lazio – Palermo

Domenica 30 aprile 2017: Palermo – Fiorentina

Domenica 7 maggio 2017: Chievo – Palermo

Domenica 14 maggio 2017: Palermo – Genoa

Domenica 21 maggio 2017: Pescara – Palermo

Domenica 28 maggio 2017: Palermo – Empoli

Parlando di salvezza e di probabile retrocessione in Serie B, non può che essere affrontato il tema relativo al paracadute finanziario, quell’aiuto economico da dare alle squadre che si ritrovano nel giro di pochi mesi in una realtà che per i diritti televisivi destina 64,5 milioni totali, contro i 924,3 della Serie A.

Ecco la risposta alla domanda: Quanto ricavano le squadre retrocesse in Serie B dal paracadute finanziario?

60 milioni di euro: paracadute per chi retrocede in Serie B (e viene distribuito l’anno dopo), così suddiviso.

25 milioni di euro per squadre che sono da 3 anni in Serie A

15 milioni di euro per squadre che sono da 2 anni in Serie A

10 milioni di euro per squadre che sono da 1 anno in Serie A

– in caso di quota residuale, questa verrà destinata al club retrocesso con 3 anni di anzianità in Serie A nel caso in cui questo non venga immediatamente promosso

Il precedente paracadute era di 30 milioni di euro (15, 10, 5) e prevedeva una decurtazione qualora le risorse non fossero state sufficienti, ad esempio se a retrocedere fossero state tre squadre con anzianità 3, 2, 2 si sarebbe proporzionalmente ridotta la quota di 35 milioni ai 30 milioni massimi.

Paul Baccaglini: “Palermo è viva e crede alla salvezza. Quando sarò proprietario al 100%…”

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Salvatore Guercio - 6 mesi fa

    Un motivo in più per retrocedere . non lo ammetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy