Palermo: Zamparini, tuo atteggiamento distrugge i giocatori. Migliaccio scappò dai rosa per te

Palermo: Zamparini, tuo atteggiamento distrugge i giocatori. Migliaccio scappò dai rosa per te

Nel mercato di riparazione sarebbe bastato poco: un paio di pedine e non cedere Rigoni, per staccare Carpi e Frosinone. Sarebbe bastato non consentire a Sorrentino lo sfogo di Verona.

5 commenti

Il Palermo va verso una retrocessione quasi cercata, perché mai negli ultimi anni le dirette avversarie per restare in A erano state tanto fragili.

All’indomani del punticino strappato dal Carpi al Milan, i dubbi che i rosanero possano essere in grado di mantenere la categoria s’infittiscono ulteriormente. I siciliani pagano gli errori commessi a più riprese: una recidiva che ha fatto crollare qualsiasi illusione.

La parabola discendente della squadra rosanero s’è accentuata nel girone di ritorno, dopo l’andata chiusa a ventidue punti. Ventidue punti però non tutti limpidi e che hanno illuso un club a dir poco miope. Il misfatto principale è stato compiuto a gennaio. A luglio – sottolinea l’edizione odierna del ‘Giornale di Sicilia‘ – si può prendere qualche abbaglio per eccessiva fiducia in qualche procuratore ma, dopo avere visto giocare la squadra per cinque mesi, non si può continuare a difendere le proprie scelte anche contro l’evidenza.

Nel mercato di riparazione sarebbe bastato poco: un paio di pedine e non cedere Rigoni, per staccare Carpi e Frosinone. Sarebbe bastato non consentire a Sorrentino lo sfogo di Verona, né prendere un allenatore come Schelotto che, per quanto bravo, non poteva allenare.

FOTO, striscione offensivo contro Zamparini nel quartiere Borgo Vecchio di Palermo

Quello che sta emergendo in modo chiaro – si legge sul quotidiano regionale – è che il Palermo non è una squadra, è un gruppo di giocatori che va in campo senza alcuna certezza. Chiedendosi quale sia il ruolo del tecnico di turno e che senso ha avuto lavorare in una certa maniera in settimana, se poi i consigli di Zamparini hanno stravolto tutto. E’ una situazione che distrugge non solo i tecnici ma anche i giocatori, soprattutto i più giovani. E non dimentichiamo che alcuni, e tra questi Migliaccio, sono scappati via da Palermo proprio per questo modo di gestire il club.

VIDEO, Migliaccio: “Giocare a porte chiuse non è calcio”

Arcoleo: “Sono d’accordo con Ballardini, secondo tempo di mercoledì fa ben sperare”

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. xmen - 2 anni fa

    Tutto tristemente vero!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Willy Wonka Rosanero - 2 anni fa

    Per la serie: “Come fare hara-kiri a una società sportiva”. Regia di MZ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lucka90 - 2 anni fa

    Zamparini grazie… e arrivederci!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giampypa - 2 anni fa

    Tutto Giusto, però, dove erano tutti sti giornalisti dal 2011 ad ora, da quando cioè il mercante smantellò, volutamente una squadra che era arrivata alla finale di coppa italia, e che con pochi innesti avrebbe potuto ambire a traguardi inimmaginabili? La verità è che adesso che hanno capito che non c’è più trippa per gatti, e che una volta scesi in B il palermo non risalirà più in A, perlomeno fino a quando il vostro presidente rimarrà a fare i suoi giochetti di accatta al kg e vinni, ecco che iniziano a cavalcare l’onda della contestazione, che stavolta non si limita ai “4 sfigati di internet”! Dovreste solo vergognarvi, per aver permesso ad un lurido affarista di poter agire indisturbato, prima con la compiacenza e poi coprendo con il silenzio, tutte le nefandezze che ha perpetrato in un lustro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea Fiumefreddo - 2 anni fa

    E ricordo i fischi indecorosi verso Giulio, ma quanti imbecilli ci sono a Palermo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy