Palermo-York Capital, Foschi: “Hanno un progetto importante e ambizioso, non abbiamo fretta di chiudere”

Palermo-York Capital, Foschi: “Hanno un progetto importante e ambizioso, non abbiamo fretta di chiudere”

Il presidente rosanero ha fatto il punto sulla trattativa per la cessione del club al fondo americano York Capital Management

Stiamo lavorando intensamente giorno e notte. Gli avvocati non si fermano e non posso dire altro“.

Così Rino Foschi, presidente del Palermo, dribbla le domande in merito alla trattativa per la cessione del club rosanero all’hedge fund americano York Capital Management. Le parti hanno già raggiunto l’intesa e a breve metteranno tutto nero su bianco, accordo che prevede l’immissione da qui a giugno di quattro milioni di euro all’interno delle casse del club. Intervistato da Gds.it, il numero uno della società di viale del Fante ha poi proseguito: “Non abbiamo fretta di chiudere come quando fu per il pagamento degli stipendi, qui c’è gente seria che lavora costantemente e non si possono prevedere delle date”.

Cessione Palermo, conto alla rovescia con York Capital: ultimi dettagli da limare per le firme

Ultimi dettagli da limare con il ricchissimo fondo statunitense, ma Foschi resta con i piedi per terra e pensa solamente al campo: “Ma comunque perché non parliamo della grande vittoria a Benevento? Capisco che l’interesse di tutti è per questa trattativa, ma ricordiamoci che bisogna andare in Serie A, anche se come è già trapelato, chi vuole comprare il club ha altri obiettivi e l’acquisto della società non è legato alla categoria in cui militerà il Palermo nella prossima stagione. Speriamo che tutto si concluda al meglio, loro hanno un progetto importante e ambizioso, ma ripeto che non c’è fretta e non possiamo dare date – ha concluso il presidente rosanero. Stiamo lavorando tutti”.

Cessione Palermo, York Capital vicinissimo alla chiusura: il bluff di Foschi e la pista Macaione. Ferrero e la Sampdoria…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy