Palermo: Sorrentino-Ballardini, la Procura Federale indaga. Ascoltati Gerolin e Franco Vazquez

Palermo: Sorrentino-Ballardini, la Procura Federale indaga. Ascoltati Gerolin e Franco Vazquez

L’Organo di Giustizia Sportiva ha già ascoltato il ds, il Mudo e altri rosanero.

3 commenti

Parole grosse, lite furiosa. Quel giorno Sorrentino mi chiamò ‘brutta testa di ca…’, l’ultima confessione di Ballardini sull’episodio avvenuto poche ore prima del match Hellas Verona-Palermo, sfida che i rosanero hanno poi vinto per 1-0 (rete di Vazquez). Il primo a parlare, in quel caso, però era stato proprio il portiere e capitano dei siciliani, Stefano Sorrentino: l’estremo difensore classe ’79 non aveva usato mezzi termini. “Abbiamo vinto senza allenatore, lo si è visto. Non devo dire altro: non abbiamo nemmeno preparato la partita. I miei compagni si sono schierati tutti dalla mia parte. Lui si è permesso di mettere in dubbio la mia professionalità, e non glielo concedo. Non spetta a me esonerarlo”. E invece lo esonerò eccome. Anzi, per l’esattezza, l’allenatore ravennate venne allontanato e dunque risolse consensualmente il suo contratto.

Ballardini subì il coming out in diretta televisiva di Sorrentino, rimanendo in silenzio. Silenzio rotto solamente in un secondo momento, ovverosia una volta comunicata l’ufficiale fine del rapporto, avvenuta poche settimane dopo. “Adirò le vie legali, ho l’avvocato Grassani che mi assiste” – il claim del mister di Ravenna -. “Sorrentino mi ha mancato di rispetto, ne discuteremo in un’altra sede”. E poi il chiarimento: “Io la partita l’ho preparata, eccome (durante il ritiro a Coccaglio, ndr). Fino alla vigilia dell’impegno di campionato, io e i miei collaboratori abbiamo mostrato alla squadra video sull’avversario (l’Hellas, ndr) e sull’atteggiamento in occasione delle palle inattive”.

Leggi anche: Franco Vazquez prova a dimenticare: “Lite Sorrentino-Ballardini? È stato un momento brutto. Ringrazio mister Davide per le parole”

Il Tribunale preposto giudicherà. E intanto si muove anche la Procura Federale: nei giorni scorsi l’Organo di Giustizia Sportiva ha ascoltato Manuel Gerolin, Franco Vazquez, Alberto Gilardino, Edoardo Goldaniga, Bryan Cristante e, ovviamente, Stefano Sorrentino e Davide Ballardini. Vuole vederci chiaro, scoprendo cosa è accaduto veramente tra spogliatoi e campi d’allenamento e – in caso – procedere con le sanzioni sportive. Il tutto parallelamente all’azione del Tribunale Ordinario.

Approfondisci: Palermo: il capitano decide la salvezza, i tifosi implorano Zamparini con l’hashtag #saveSorrentino. C’è un precedente

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. salvo - 1 anno fa

    Il nostro portierone!! santo a 100 anni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. thenewdayrising - 1 anno fa

    Non si risolverà nulla ma resta la figuraccia a livello nazionale fatta da Sorrentino.
    Sono sicuro che è questo il motivo per cui non ha ancora ricevuto offerte: quale club di Serie A vorrebbe fra le sue fila uno che manca di rispetto al suo allenatore non solo in campo ma soprattutto fuori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo Piraino - 1 anno fa

    Mai giustizia e stata così veloce!!! Siccome non c’è abbastanza destabilizzazione all’interno della squadra, si ci mettono anche loro a rompere il cazzo. Cioè aspettare la fine del campionato no è!! Ma come siete messi. Andate ad indagare sulle cose serie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy