Palermo, le ultime parole di Ballardini: “In rosa mi divertivo, se Zamparini mi richiama…”

Palermo, le ultime parole di Ballardini: “In rosa mi divertivo, se Zamparini mi richiama…”

Il tecnico ravennate è il candidato numero uno a subentrare a un eventuale esonero di Roberto De Zerbi.

5 commenti

Aveva lasciato il Palermo ottanta giorni fa e adesso il suo ritorno si fa sempre più concreto.

Davide Ballardini rappresenta il candidato numero uno a subentrare sulla panchina rosanero, qualora Zamparini decidesse di esonerare De Zerbi. E’ in atto un confronto, nella tenuta del patron, i cui principali protagonisti sono proprio il numero uno del club di viale del Fante, l’allenatore bresciano e il direttore sportivo Daniele Faggiano.

La linea, per il momento, prevedrebbe una riconferma di De Zerbi, ma tutto dipenderà dall’unione di intenti e dai feedback che riceverà Zamparini quest’oggi. L’imprenditore friulano raccontava, fino a qualche giorno fa, di nutrire una fiducia incondizionata nei confronti dell’ex Foggia: “Sarei disposto anche a ripartire dalla Serie B con lui”, diceva nella giornata di sabato. Oggi, però, tutto potrebbe cambiare.

Palermo: Zamparini convoca De Zerbi, Simic può entrare nello staff tecnico. Le ultime

E il primo profilo a cui guarderebbe Zamparini, come raccontato, sarebbe quello di Davide Ballardini. “Se Zamparini mi dovesse richiamare? Io ho fatto la risoluzione a settembre perché non ero d’accordo su alcune dichiarazioni rilasciate dal presidente. Ad oggi non so rispondere, non so dire se saprò dire di no o di sì. Però mi auguro che non mi richiami perché vorrà dire che le cose vanno bene per i rosanero“, affermava Ballardini una settimana fa. “Il regolamento mi consentirebbe di allenare all’estero o di tornare al Palermo. In rosanero divertivo molto. Andavo al campo con serenità ed entusiasmo. Quelli del Palermo sono ragazzi meravigliosi. E poi in città torno spesso, lo sanno tutti. Con la mia famiglia ci vivrei per gran parte dell’anno”.

Ballardini tiene a precisare che alla base del divorzio consumatosi a settembre, non vi sarebbero state divergenze relative al mercato, bensì riguardanti le prospettive e gli obiettivi stagionali. “Zamparini mi aveva detto che con l’organico che avevo a disposizione sarei potuto arrivare al decimo posto, o comunque tra le prime dieci. A mio avviso non era così”. Eccezion fatta per questa sfaccettatura, Ballardini ha voluto chiarire che non ci fosse nulla di personale col patron. Come a voler aprire a un ritorno dopo diverse settimane di silenzio. Il tempismo potrebbe essere decisivo.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Gambino - 3 settimane fa

    Ma questo che dignitá ha?bhoooo..esonerato 4 volte e ancora insiste..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Domenico Cataldo - 3 settimane fa

    Resto del mio pensiero solo ballardini può riportare un migliaia di tifosi allo stadio. Lui conosce la piazza molto bene. Vediamo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Casimiro Di Fiore - 3 settimane fa

    Per ripicca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Danilo Gariffo - 3 settimane fa

    Ballardini nn può fare pane con Zamparini,all prima cosa che gli dice si offende subito e va via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Domenico Cataldo - 3 settimane fa

    Scusate la mia ignoranza in materia oggi soltanto ballardini ha una possibilità di salvare il Palermo . Conosce tutti i
    giocatori con pregi -difetti. Si farebbe in quattro per salvare il Palermo per la seconda volta. Naturalmente con un ritocco in gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy