Futuro Palermo, Pedullà: “Gianni Di Marzio tifa per Zamparini e non per Baccaglini”

Futuro Palermo, Pedullà: “Gianni Di Marzio tifa per Zamparini e non per Baccaglini”

“In questo momento, il vero direttore sportivo del Palermo è Gianni Di Marzio che è consulente personale di Zamparini”.

7 commenti

Closing non ancora vicino e programmazione in vista della prossima stagione che stenta a decollare.

Il Palermo Calcio è tra le squadre maggiormente in ritardo in fase di allestimento dell’organico della Serie B che verrà. Tra qualche settimana avrà inizio il ritiro pre-stagionale e ancora non si sa bene da chi sarà occupata la poltrona di direttore sportivo, chi sarà il nuovo allenatore e, cosa principale, chi decide in seno al club.

“Sul Palermo devo dire delle cose delicate, ma me ne assumo la responsabilità, mettendoci la faccia… perché in questo momento a Palermo c’è una situazione non paradossale, di più – premette Alfredo Pedullà durante la trasmissione Speciale Calciomercato su Sportitalia -. Stamattina (ieri mattina, ndr) c’è stato un secondo incontro tra Baccaglini e Marcello Carli. Quest’ultimo, Carli, che è un professionista serio, ha chiesto delle garanzie sul futuro: se ci sarà Zamparini, se non ci sarà Zamparini, se Baccaglini andrà avanti o meno. Carli ha poi chiesto a Baccaglini per quale motivo ancora non si si sia giunti al closing. E Baccaglini ha spiegato che la fuga di notizie sullo stato societario del Palermo ha un po’ bloccato le banche, che erano pronte a intervenire“.

Il riferimento è alle indiscrezioni rilanciate una settimana fa a proposito di controlli imminenti da parte della Guardia di Finanza in sede (qui l’approfondimento).

“Adesso Baccaglini sta provando a riprendere per i capelli la situazione in chiave closing – prosegue Pedullà -. In questo momento, il vero direttore sportivo del Palermo è Gianni Di Marzio che è consulente personale di Zamparini. C’è una frattura all’interno del Palermo: da un lato Di Marzio che fa il mercato scegliendo e contattando i direttori sportivi, dall’altro Baccaglini che prova ad andare avanti per la sua strada. In serata (ieri sera, ndr), inoltre, Di Marzio ha contattato Mauro Meluso, il direttore sportivo del Lecce. Chiaramente Di Marzio tifa affinché Zamparini resti a Palermo e non entri Baccaglini… Siamo ben oltre il paradossale“.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mario Biundo - 4 mesi fa

    Questa foto non mi piace proprio dal quel giorno le prese x i fondelli sono stati esagerati. Sono complici in tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toni Mabbut - 4 mesi fa

    Gianni Di Marzio può tifare anche Catania se vuole, tanto ha 80 anni e non durerà in eterno come anche il suo compare dittatore. Ci dite a che cazzo di punto siete con il closing che mancano due settimane al ritiro e allo stato attuale possiamo mandarci la primavera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stefano Ralli - 4 mesi fa

    Ma Zamparini sperava veramente di prendere per il culo le banche? Vada per qualche tifoso credulone ma le banche non sono fesse! Una falsa compravendita ad una società vuota con un presidente morto di fame! L 80% dei tifosi avevano capito tutto il primo giorno, come avevano capito che saremmo retrocessi già a Lugkio 2016.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lezagaresr_512 - 4 mesi fa

    Gianni Di Marzio si faccia i cavoletti suoi e vada a tifare per chi vuole fuori dalle p….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ronemax - 4 mesi fa

    Ma paw l’ha capito che la maggioranza dei tifosi voglio che vada via ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Domenico Taormina - 4 mesi fa

    Certo é lui che gli da la pappa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alfredo Lubelli - 4 mesi fa

    Mai creduto a una sillaba uscita fuori dalla bocca di Pedullá,non inizierò adesso di sicuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy