Frosinone-Palermo e le motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni: Zamparini vuole la A subito e 50 milioni…

Frosinone-Palermo e le motivazioni del Collegio di Garanzia del Coni: Zamparini vuole la A subito e 50 milioni…

Le motivazioni depositate nel provvedimento integrale del Collegio di Garanzia del Coni che annulla la sentenza della CSA sui fatti di Frosinone-Palermo legittimano le ragioni del club rosa: Zamparini pronto a richiedere la promozione immediata in massima serie ed un risarcimento pari a 50 milioni…

Il Collegio di Garanzia del Coni, nell’ambito della stesura delle motivazioni del provvedimento che annulla di fatto la sentenza della Corte Sportiva d’appello sui fatti occorsi durante la finale play-off di ritorno tra Frosinone e Palermo, si è espresso in modo perentorio ed inequivocabile.

Troppo tenui le sanzioni inflitte al club ciociaro in relazione alla gravità delle condotte poste in essere dai suoi tesserati, le cui violazioni normative andrebbero  punite ai sensi dell’articolo 17 del codice di giustizia sportiva. Quanto accaduto nel finale della sfida disputata al “Benito Stirpe” lo scorso 16 giugno ha concretamente inficiato il regolare svolgimento della gara e condizionato l’esito della stessa e di un intero campionato.

Venuti meno anche i crismi temporali di perentorietà propri all’ordinamento della giustizia sportiva, secondo il testo integrale depositato dal Collegio di Garanzia del CONI, ragion per cui la sentenza va riformulata dalla stessa Corte Sportiva di Appello riunita in diversa composizione ai sensi degli articoli 17 e 35 del codice di giustizia sportiva in base al principio di valorizzazione del merito sportivo che si conquista sul campo.

http://www.mediagol.it/palermo/frosinone-palermo-tutto-da-rifare-il-collegio-di-garanzia-del-coni-annulla-la-sentenza-della-csa-le-motivazioni/

A prescindere dal decorso della vicenda in sede di giustizia sportiva e della “situazione cristalizzata” relativa alla partenza della stagione calcistica sia in Serie A che nel torneo cadetto, alla luce del pronunciamento del Collegio di Garanzia del Coni il Palermo è pronto a dare ulteriore battaglia tutelando i suoi diritti e la sua immagine nelle sedi più opportune. Questo quanto si legge sull’edizione odierna de “La Repubblica”.

Cinquanta milioni di euro di danni e la promozione in serie A d’ufficio al posto del Frosinone. Queste le richieste del Palermo dopo avere letto le motivazioni pubblicate dal Collegio di garanzia del Coni sul caso Frosinone. Il Collegio,  che lo scorso 10 agosto aveva deciso di annullare e rimandare alla corte sportiva d’appello le decisioni sui fatti di Frosinone perché «non coerentemente sanzionati», nelle tredici pagine di motivazioni ha spiegato che la Corte sportiva d’Appello avrebbe potuto usare le immagini televisive sul lancio dei palloni in campo e applicare le regole che prevedono la sconfitta per 3- 0 a tavolino per casi simili. Per il Collegio di Garanzia del Coni, inoltre, «trattandosi non di una gara di campionato ma di play- off, il rigore sanzionatorio doveva e deve essere ancor apiù stringente“.

http://www.mediagol.it/palermo/frosinone-palermo-collegio-di-garanzia-coni-annulla-sentenza-csa-il-comunicato-del-club-rosa/

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. matteo.d_121 - 2 mesi fa

    Che pena. Povera Italia
    Quando ce la farai a risollevarti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massy091 - 2 mesi fa

    Non potete immaginare qnt vorrei essere riammesso e disputare la A…ma io, fossi in Zampa, chiederei semplicemente un maxi risarcimento per sta porcata e stop. Già non ci vedono di buon occhio, non vorrei che non ci facessero salire nemmno in questa stagione.
    Coi dindini ci facciamo a gennaio la squadra x ammazzare il campionato…tanto Frosinone (che avrà penalizzazioni varie) e Parma retrocedono da sole, non temete

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vincenzo palumbo - 2 mesi fa

      Una delle cose che desidero di più in questo momento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Willy Wonka Rosanero - 2 mesi fa

    Sono il primo (come tanti di voi) a voler vedere il Palermo in Serie A, ma mi chiedo: con questo organico e con questo allenatore e con un mercato che riapre (per soli 15 GG) a gennaio, a cosa si può ambire?
    Penso che il vero obiettivo sia quello di “sparare alto”, chiedendo 50mln + Serie A per magari ottenere solo i 35/40 mln per risanare i conti, fare a gennaio una campagna acquisti di qualità e vincere il campionato di B a metà maggio.
    Andare in queste condizioni in Serie A, anche coi soldi, significherebbe fare il campionato che ha fatto l’anno scorso il Benevento che a gennaio ha fatto un buon mercato e nel girone di ritorno ha provato a fare l’impresa senza riuscirci…
    Non so come la pensiate…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nick - 2 mesi fa

      Se voleva andare in a ci poteva andare lo scorso anno quando a gennaio lo rovinó con le cessioni di cjonek e l’esonero di lupo.
      A lui interessano solo i soldi altro che mercato.concordo con te che con sta accozzaglia retrocederemmo già all’andata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Amedeo Portanova - 2 mesi fa

    Fare causa sia in sede civile che penale se è il caso!!!
    A quel paese la clausola compromissoria!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Willy Wonka Rosanero - 2 mesi fa

    Sono il primo (come tanti) a voler vedere il Palermo in Serie A, ma mi chiedo: con questo organico e con questo allenatore e con un mercato che riapre (per soli 15 GG) a gennaio, a cosa si può ambire?
    Penso che il vero obiettivo sia quello di chiedere 50mln + Serie A e magari ottenere solo i 50 mln per risanare i conti, fare a gennaio una campagna acquisti di qualità e vincere il campionato di B a metà maggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Salvatore Danna - 2 mesi fa

    E torto NON ne ha. Sempre presa per i fondelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Max Battaglia - 2 mesi fa

    Insisti presidente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy