Frosinone-Palermo, Collegio di Garanzia Coni annulla sentenza CSA: il comunicato del club rosa

Frosinone-Palermo, Collegio di Garanzia Coni annulla sentenza CSA: il comunicato del club rosa

La posizione del club di viale del Fante in seguito al provvedimento del Collegio di Garanzia del CONI che ha annullato la sentenza della Corte Sportiva di Appello in merito ai fatti occorsi durante Frosinone-Palermo dello scorso 16 giugno…

Frosinone-Palermo assume ormai i contorni di una sfida infinita, il cui corso si protrae ben oltre i confini del terreno di gioco.

Le note vicende, oggetto di numerosi strascichi polemici ed appendici in sede di sede di giustizia sportiva, verificatesi durante lo svolgimento della finale di ritorno dei play-off promozione dello scorso 16 giugno tra ciociari e rosanero, continuano a catalizzare l’opera degli organi giudicanti e la ribalta dei media specializzati.

Ieri l’ennesima significativa tappa, probabilmente non l’ultima, di una contesa legale e normativa che vede il Palermo impegnato a tutela dei propri interessi e della propria immagine dopo i fatti e le condotte di alcuni tesserati del club ciociaro che, come sostenuto nel provvedimento integrale depositato dal Collegio di Garanzia del Coni, avrebbero configurato una palese violazione sanzionabile ai sensi dell’articolo 17 del Codice di Giustizia Sportiva.

http://www.mediagol.it/palermo/frosinone-palermo-tutto-da-rifare-il-collegio-di-garanzia-del-coni-annulla-la-sentenza-della-csa-le-motivazioni/

Lo stesso Collegio di Garanzia ha di fatto annullato la sentenza in merito alla questione emessa dalla Corte Sportiva di Appello, ritenendo troppo tenui le sanzioni inflitte al Frosinone Calcio in relazione all’entità delle condotte poste in essere dai propri tesserati che avrebbero di fatto inficiato il regolare svolgimento della gara. La stessa Corte Sportiva di Appello, come disposto dal provvedimento, dovrà riesaminare il caso in diversa composizione al fine di irrogare una sanzione corretta e coerente con le norme esistenti nel rispetto del principio di valorizzazione del merito sportivo acquisito sul campo.

Questa la posizione del club rosanero illustrata dalla diramazione di un comunicato ufficiale.

“Nella giornata di ieri il Collegio di Garanzia del CONI ha emesso il provvedimento integrale relativo ai fatti occorsi durante la finale di ritorno dei play off della Serie B 2017-2018, disputata tra l’U.S. Città di Palermo ed il Frosinone Calcio.

Il Collegio ha annullato le decisioni della Corte Sportiva di Appello, rinviando il procedimento al medesimo organo in diversa composizione, affinché quest’ultima irroghi la sanzione corretta e coerente con le norme esistenti e nel rispetto del principio di valorizzazione del merito sportivo che si conquista sul campo.

In particolare, i principi di diritto ai quali la Corte dovrà uniformarsi sono:
– la gravità dei fatti accertati deve essere sanzionata ai sensi dell’art. 17 cgs FIGC, con la perdita della gara o con la penalizzazione di punti in classifica, specificando che quest’ultima sanzione, considerata l’importanza della partita in questione, deve essere ulteriormente aggravata rispetto a quanto stabilito dalla norma stessa;
– le immagini televisive sono sempre acquisibili dal giudice sportivo non essendo tassativa l’elencazione dei casi inserita nell’art. 35 cgs FIGC;
– i termini stabiliti dall’ordinamento sportivo sono perentori e devono essere osservati anche dagli Organi della giustizia sportiva, con la conseguenza che i giudici federali hanno violato anche le norme sui termini per l’emissione dei provvedimenti.

La Società sta valutando le opportune iniziative da assumere affinché i principi enunciati dal Collegio trovino immediata risposta per l’efficace ed effettiva tutela dei propri interessi”.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Carlo Majmone - 2 settimane fa

    Giustissimo il risarcimento danni ma lo pretenderei nei confronti di tutti quei tifosi che con amore, sacrificio e SPORTIVITÀ si sono recati a Frosinone, affrontando spese del biglietto, del viaggio e del mangiare (e per completezza dico che chi scrive non era tra i presenti….), per poi affrontare nuovamente un viaggio di ritorno con la rabbia di essere stati derubati, non tanto della promozione (quella l’abbiamo persa durante il campionato) ma della sportività cazzo…. chiederei la radiazione per quei giocatori che hanno fatto quei gesti….. NESSUNO che abbia chiesto scusa….. ma che professionalità … io proporrei alla nostra società di chiedere un risarcimento danni di € 200 a persona…… i nostri tifosi meritano di avere assistito ad una tale schifezza a costo zero……
    Scusate lo sfogo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vincenzo palumbo - 2 settimane fa

      E che c’entra che quelli che hanno scritto qui adesso no erano presenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Francesca Collurici - 2 settimane fa

    Finita a tarallucci e vino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luigi Perniciaro - 2 settimane fa

    Prendi, pesa, incarta e porta a casa. Risarcimento danni in sede civile. Il minimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alfredo Conti - 2 settimane fa

    Purtroppo c’è la clausola compromissoria che impedirebbe ai club di rivolgersi alla giustizia ordinaria e amministrativa. Però si può dire: la giustizia sportiva fa veramenta schifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maurizio Valenti - 2 settimane fa

      La Juventus quando ha chiesto 500 milioni di danni alla federazione per la serie B, se ne è fottuto altamente della clausola compromissoria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alfredo Conti - 2 settimane fa

      E glieli hanno dati?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alfredo Conti - 2 settimane fa

      Infatti…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Filo Spezzato - 2 settimane fa

    Risarcimento danni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonino Montagnino - 2 settimane fa

    E allora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-5345498 - 2 settimane fa

    Mi sembra abbastanza chiaro, leggendo le motivazioni, che il CONI riconosce la gravità della condotta antisportiva del Frosinone, affermando in maniera implicita che meriterebbe la sconfitta a tavolino… cosa succederà adesso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Salvatore Danna - 2 settimane fa

    IL DANNO E LA BEFFA! TRADUZIONE ENNESIMA PRESA PER IL CULO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vincenzo palumbo - 2 settimane fa

    Quel sottosviluppato di stirpe adesso cercherà di cambiare le immagini della partita e non mi stupirebbe affatto, e l’arbitro? Nessuno sta pensando che andrebbe radiato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto-Londra - 2 settimane fa

      Bravissimo. Pensavo lo stesso circa l’arbitro.
      Le immagini sono chiare. Che da dipinge le maglie coi colori rosanero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol