Foschi: “Tutto sul futuro di Stefano Sensi. La cessione serve per i nostri debiti che ammontano a 30 milioni”. Ecco quanto lo valuta il Cesena

Foschi: “Tutto sul futuro di Stefano Sensi. La cessione serve per i nostri debiti che ammontano a 30 milioni”. Ecco quanto lo valuta il Cesena

L’intervista al dirigente romagnolo.

Commenta per primo!

Un rapporto sempre vivo tra Maurizio Zamparini e Rino Foschi. L’attuale direttore sportivo del Cesena prenderà parte – quasi certamente – al conciliabolo delle prossime ore a Bad Kleinkirchheim: nella villa del presidente rosanero saranno presenti tutti gli stretti collaboratori del patron, tra cui Gianluca Fiorini, Davor Curkovic (agente di Jajalo e Djurdjevic) e Gerolin (qui i dettagli). Nella casa dell’imprenditore friulano si getteranno le basi per il mercato di gennaio: verranno tracciati i profili, individuati gli obiettivi concreti e saranno effettuati i primi sondaggi.

Tra i nomi che maggiormente circolano in orbita rosanero, vi è il regista classe ’95 di proprietà del Cesena proprio di Rino Foschi: vale a dire Stefano Sensi (leggi qui la situazione relativa agli obiettivi in cabina di regia), di cui lo stesso Foschi ha parlato in un’intervista rilasciata al ‘Resto del Carlino’. “Se Sensi verrà ceduto rimarrà comunque con noi fino alla fine della stagione. Ma ancora non posso dire con certezza se lo venderemo o meno. Nel caso sarebbe per coprire dei debiti, prima di tutto viene la salvezza della società – ha spiegato -. Nuovi acquisti? Non possiamo permetterceli, abbiamo ancora circa 30 milioni di debiti”. Stando a quanto rivelato dal quotidiano, il Cesena spera di incassare circa 7-8 milioni per la cessione di Sensi, che comunque fino a giugno rimarrà a giocare coi bianconeri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy