Corini verso Palermo-Chievo: “Vorrei essere un tutt’uno con la gente rosanero”

Corini verso Palermo-Chievo: “Vorrei essere un tutt’uno con la gente rosanero”

Domenica prossima l’esordio al Barbera da allenatore del Palermo. Mister Eugenio Corini: “Il mio approccio, i miei metodi e… le mie emozioni. Vi racconto i primi giorni da tecnico dei rosa. Su Zamparini e Sorrentino…”

Commenta per primo!

L’intervista

Nella giornata di ieri ha guidato il primo allenamento di una settimana che gli trasmetterà emozioni a non finire.

Domenica, Eugenio Corini esordirà allo stadio Renzo Barbera da tecnico dei rosanero. Quello stadio che lo ha fin qui conosciuto da calciatore e – soprattutto – capitano, adesso dovrà sostenerlo e incitarlo da condottiero di una squadra che deve compiere quanto prima una missione: invertire il trend negativo che dice otto sconfitte di fila. “Chi mi conosce bene sa che anche a Palermo avevo una grande spinta emotiva e che ho sempre cercato di trasferirla alla gente. Io sono un tipo riflessivo, ma ho il fuoco dentro – ha raccontato il mister di Bagnolo Mella attraverso le colonne de ‘La Repubblica‘ -. Certi atteggiamenti e il linguaggio del corpo sono fondamentali. Il punto è proprio questo. È importante riuscire a farlo in questo momento nel quale le cose non vanno bene. Si vede tutto molto nero, ma io sono convinto che ci siano risorse importanti. Quando questa energia tornerà indietro a me significherà che avremo creato quel circolo vizioso tra squadra, allenatore e pubblico che ci darà le motivazioni per raggiungere il nostro obiettivo”.

Eugenio Corini fa il regista anche da allenatore, nasce il Palermo del ‘Genio’: le novità

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy