Cessione Palermo: inglesi in città, ieri summit a Milano. Intanto alla Camera di commercio…

Cessione Palermo: inglesi in città, ieri summit a Milano. Intanto alla Camera di commercio…

Il neo-presidente Clive Richardson, l’amministratore delegato Emanuele Facile e l’advisor Dean Holdsworth sono sbarcati in città nella giornata di ieri, i tre però si sono incontrati prima in Lombardia per pianificare il soggiorno palermitano. La Lega attende dettagli, novità alla Camera di commercio…

La nuova dirigenza del Palermo è sbarcata in città.

Clive Richardson, Emanuele Facile e Dean Holdsworth, quelli che sembrerebbero essere ufficiosamente gli uomini che comporranno il nuovo quadro dirigenziale del club rosanero nell’era British dei siciliani, hanno raggiunto il capoluogo nel pomeriggio di ieri, sbarco preannunciato dallo stesso Facile nei giorni scorsi. L’arrivo in città, a poche ore dalla ripresa degli allenamenti della squadra di Roberto Stellone a Boccadifalco dopo 10 giorni di sosta, sarà uno snodo fondamentale per la questione societaria, tra incontri in sede con il direttore dell’area tecnica rosanero Rino Foschi e una conferenza con la stampa palermitana per scendere nei dettagli (più di quanto accaduto il 4 dicembre scorso) sull’intricata galassia che si cela dietro la cessione del club. Parole che arriveranno presumibilmente nella giornata di giovedì, da viale del Fante regna il silenzio e le bocce restano cucite su quelli che ad oggi sarebbero tutt’altro che dettagli di secondo piano.

Calciomercato Palermo, ecco il piano per gennaio: Foschi incontra Zamparini…

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de La Repubblica-Palermo, il neo-presidente Richardson, l’amministratore delegato Facile e l’advisor Holdsworth si sarebbero però incontrati prima dell’arrivo a Palermo. I tre, secondo quanto riportato, avrebbero infatti fatto scalo a Milano, dove avrebbero passato buona parte della giornata di ieri per pianificare il da farsi in vista dei giorni palermitani ricchi di incontri societari e non. Tra i punti cruciali da risolvere, certamente, c’è il tentativo della Sport Capital Investments Limited, la società rappresentata dai tre, di trovare investitori interessati alla causa rosanero per arrivare quanto prima all’immissione di capitale richiesta (e più volte ribadita tramite i canali ufficiali rosanero) entro i termini consentiti.

Holdsworth: “Lavorerò con persone di cui mi fido”

Ulteriori risvolti sembrerebbero essere dalla parte degli inglesi: “Lunedì, effettivamente la società ha aperto delle pratiche alla Camera di commercio per il cambio del nuovo consiglio di amministrazione e la delega dei poteri a cinque amministratori, dei quali però non si conoscono ancora i nomi. Quattro potrebbero essere anche gli stessi Richardson, Facile, Treacy e ancora Holdsworth si legge sull’edizione palermitana del quotidiano nazionale-. Ma non ci sono novità sull’effettiva cessione del club che, nelle misura delle evidenze del registro delle imprese, risulta ancora sospesa con il capitale sociale che è rimasto lo stesso”.

Facile: “I tifosi sono in buone mani, gli azionisti hanno a cuore il Palermo. Mercato? Foschi sa cosa fare, a gennaio…”

Dal 31 dicembre scorso, data dell’assemblea dei soci, partono i 30 giorni a disposizione del club rosanero per comunicare alla Lega e agli organi di controllo dettagli sulla nuova proprietà, ma ciò che preoccupa maggiormente sono i famosi 20 milioni di capitale da immettere nelle casse rosanero. Soldi che, come ribadito a più riprese, non servono per l’attuale sessione di calciomercato, bensì per far fronte alle esigenze di amministrazione del club siciliano per la stagione in corso.

Cessione Palermo, dal fondo “Eight Capital” appare un bond da 2,5 milioni: i dettagli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy