Cessione Palermo, dal fondo “Eight Capital” appare un bond da 2,5 milioni: i dettagli

Cessione Palermo, dal fondo “Eight Capital” appare un bond da 2,5 milioni: i dettagli

Il soggetto rappresentato da John Treacy possiede adesso il 22,8% del veicolo quotato, ma non si tratterebbe comunque della maggioranza: la situazione

All’interno dell’insieme di società attualmente coinvolte nell’affare riguardante la cessione del Palermo Calcio, è adesso sbucato un bond da 2,5 milioni di sterline.

(Cessione Palermo, altri movimenti nella Companies House: Sport Capital Group Ltd diventa “Holdings”)

Ad averlo emesso è stato Eight Capital, l’unico soggetto ad aver finora versato realmente dei capitali in Sport Capital Group, il veicolo quotato nel listino NEX di Londra che ieri ha annunciato l’immissione di nuove azioni facendo compiere al capitale un piccolissimo passo in avanti a circa 131 mila euro. In seguito a questa operazione, Eight Capital sarebbe ora in possesso del 22,78% della società quotata: non si tratterebbe comunque della maggioranza, poiché quella spetterebbe ancora ad Alpha Corporate Service Limited, un trust con sede alle Bermuda con referente Simon Grant-Rennick, presidente dell’ormai ex Pelican House Mining che dovrebbe cedere con tutta probabilità le proprie azioni, ossia il 22,93% della società. Tra gli azionisti, con il 4,72% delle quote, appare anche Peterhouse Capital Limited, cioè l’advisor finanziario di Eight Capital.

(Cessione Palermo, le nuove quote azionarie della Sport Capital Group PLC: ecco le percentuali)

Secondo quanto riportato stamane da Il Giornale di Sicilia, però, il fondo rappresentato da John Treacy non si sarebbe limitato alle minime iniezioni di capitale effettuate durante le scorse settimane: “C’è questo bond da 2,5 milioni di sterline (poco meno di 2,8 milioni di euro) emesso lo scorso 26 ottobre, quando Zamparini ammise pubblicamente di essere in trattativa con un altro gruppo dopo la chiusura a Follieri. Un’operazione effettuata tramite Value Added Fund, un sottocomparto del fondo Cosmos Sicav, controllato dai maltesi di Abalone, i quali a loro volta hanno legami con Financial Innovations (ovvero Belli e Facile). Un legame che torna in auge in quest’operazione, con l’emissione di obbligazioni ‘in 50 tranche da 50 mila sterline ciascuna’ della quale finora risulta essere sottoscritta una sola parte, pari appunto a 50 mila sterline“.

(Cessione Palermo, Richardson, Facile e Treacy: tre manager al comando del club rosanero…)

Sempre secondo quanto affermato dal noto quotidiano regionale, si tratterebbe comunque di una cifra irrilevante per giungere all’obiettivo più volte annunciato dei 20 milioni, ma per Dominic White, presidente di Eight Capital, questi bond: “Daranno la possibilità di ridurre e accedere al capitale come e quando richiesto, una volta individuata un’opportunità o un affare potenzialmente attrattivo“. Chiaro il riferimento a quello che per il fondo britannico sarebbe l’affare riguardante il club rosanero, in teoria, con White candidato ad un ruolo di rilievo all’interno della nuova società siciliana, in quanto a capo delle operazioni dell’unico soggetto che finora ha immesso capitali in Sport Capital Group.

(Cessione Palermo: non solo inglesi, spunta il nome di una compagnia maltese. I dettagli)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PASTORETRICOLORE - 2 settimane fa

    prossimamente “palermo papers”, il nuovo paradiso fiscale !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nanni - 2 settimane fa

    Ma una bella sottoscrizione sponsorizzata dalla Caritas, non sarebbe più dignitosa? Ma davvero? Ma che fanno, la questua? Mi pare che questi vadano cercando soldi da tutte le parti, ma loro che ci mettono? Il preliminare con Zamparini? Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy