Caso Santiago Rosales, pres. Aldosivi: “Il suo agente stringe per portarlo al Palermo? Può dire ciò che vuole, le cose stanno così”

Caso Santiago Rosales, pres. Aldosivi: “Il suo agente stringe per portarlo al Palermo? Può dire ciò che vuole, le cose stanno così”

Le spiegazioni del presidente dell’Aldosivi in merito al futuro dell’argentino classe ’95.

Commenta per primo!

Non sembra poter aver risoluzione nel futuro immediato, il caso relativo a Santiago Rosales, ala in uscita dall’Aldosivi, per il quale il Palermo aveva avuto degli approcci con il suo entourage.

Il calciatore classe ’95 si dovrebbe avvalere dell’assenza della clausola rescissoria nel suo contratto per liberarsi dal club argentino e accordarsi con un’altra squadra. Da alcune settimane il suo procuratore, Juan Cruz Oller, è in contatto con diverse società a cui ha prospettato l’ipotesi di comprare un giovane promettente a costi relativamente ridotti: di fatto Rosales si trasferirebbe a parametro zero e l’unico esborso di danaro contemplato (posto quello dell’ingaggio) potrebbe essere il pagamento di una multa comminata dalla Fifa. La Fifa (qui il regolamento) non impedirebbe al calciatore di svincolarsi con un contratto in essere (decisiva, in questo senso, la mancata presenza della clausola rescissoria), ma comminerebbe una penale ai danni del calciatore e del suo entourage qualora dovesse rinvenire che non vi siano state motivazioni valide per compiere questo gesto.

Intanto l’Aldosivi sembra aver cambiato posizione: se prima si era volutamente fatto da parte, adesso si starebbe preparando a una cessione a titolo definitivo, prevenendo un addio autonomo del tesserato. Quattro i milioni di euro richiesti dal presidente del club argentino, José Moscuzza. “Sì, vorremmo cedere il calciatore a titolo definitivo – ha spiegato il numero uno della società sud-americana -. Ci sono diverse squadre su Santiago e credo che a giorni potrebbe risolversi tutto. Ho consigliato al calciatore la destinazione Benfica perché si tratta di una piazza importante e poi è il club che ha mosso passi più decisi per lui”. E infine una risposta all’agente del calciatore. “Oller sostiene che Rosales può andare al Palermo? Lui può dire quello che vuole, ma siamo noi i proprietari del cartellino di Rosales. Noi vorremmo chiudere col Benfica. Tuttavia, se per qualsiasi motivazione questo trasferimento dovesse saltare, ci sarebbero altre squadre interessate con cui siamo in contatto: tra queste il Porto”, ha concluso Moscuzza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy