Caso Palermo-Svezia: la Uefa dà ragione ai rosanero. I retroscena degli ultimi 15 giorni

Caso Palermo-Svezia: la Uefa dà ragione ai rosanero. I retroscena degli ultimi 15 giorni

Commenta per primo!

Caso spinoso, ma che a breve si risolverà in maniera definitiva. Riavvolgiamo il nastro. A seguito degli infortuni di due calciatori (Jimmy Durmaz e Marcus Berg), il commissario tecnico della Svezia aveva deciso di convocare in extremis i due rosanero Robin Quaison e Oscar Hiljemark. La richiesta avanzata dalla FederCalcio scandinava ha ricevuto, tuttavia, un secco diniego dal club siciliano che invoca in questo caso una norma del regolamento della FIFA, secondo cui la chiamata ufficiale dei giocatori dai ct delle proprie Nazionali deve pervenire alle squadre di club almeno 15 giorni prima dell’impegno internazionale. Secondo indiscrezioni raccolte da Mediagol.it, la Federazione Svedese, nella persona del team manager Lars Richt, avrebbe pre-convocato i due rosanero nei tempi stabiliti dal regolamento (circa due settimane fa). Ciononostante, alla pre-convocazione non sarebbe seguita la convocazione ufficiale: pochi giorni dopo, infatti, la società di viale del Fante avrebbe ricevuto un documento dalla Svezia con cui la SvFF (Federcalcio Svedese) annunciava che i nomi di Quaison e Hiljemark non sarebbero rientrati nell’elenco dei giocatori convocati per i match contro Liechtenstein e Moldavia. Il documento ha indotto il Palermo a chiudere la faccenda relativa ai due calciatori. Faccenda che si è riaperta ieri quando – intorno alle 9 di mattina, prima che l’allenamento mattutino della squadra di Iachini potesse avere inizio – il ct della Nazionale Svedese in persona, Erik Hamren, ha contattato i due rosanero telefonicamente per chiedere loro di rispondere alla convocazione, posta l’esigenza della Svezia. L’allenatore avrebbe anche parlato con la società di Zamparini, la quale tempestivamente ha fatto notare che il preavviso era fin troppo breve e che, date le circostanze, sarebbe stato opportuno che i due giocatori fossero rimasti a Palermo in vista della particolare settimana che sta per iniziare (quella del ritiro a Gradisca d’Isonzo). Da lì la polemica che ha scatenato letteralmente il team manager della Nazionale Svedese, Lars Richt: questi avrebbe voluto che Quaison e Hiljemark raggiungessero il ritiro della Nazionale sin dal primo pomeriggio della giornata di ieri. Intenzione rimasta tale. Almeno fin qui. Il Palermo continua comunque ad avere importanti speranze per il buon esito della faccenda. Stando a quanto raccolto da Mediagol.it, infatti, la Uefa – già interpellata dai rosanero – avrebbe dato ragione al club rosa rispondendo alla segnalazione della stessa squadra siciliana.

Il comunicato del club di viale del Fante – “La Federcalcio Svedese ha provveduto, nelle scorse settimane, a cancellare la pre-convocazione di Hiljemark e Quaison con un documento scritto ufficiale – ha riferito il Palermo Calcio -. Questo ci ha tutelato sotto ogni punto di vista nei confronti della Federcalcio stessa e della UEFA. Sabato mattina, con una telefonata, entrambi i calciatori sono stati richiamati per la sfida di lunedì tra Svezia e Moldavia, ma con un preavviso così esiguo ed un ritiro già organizzato alle porte, la società ha deciso di trattenere entrambi i calciatori. La UEFA ci ha inoltre informato che abbiamo agito nel pieno e totale rispetto dei regolamenti. Come sempre”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy