Calciomercato Palermo: Bruno Henrique rifiuta il rinnovo con il Corinthians. Il ds carioca: “Valuteremo le offerte”

Calciomercato Palermo: Bruno Henrique rifiuta il rinnovo con il Corinthians. Il ds carioca: “Valuteremo le offerte”

Il centrocampista brasiliano sembrerebbe ormai in procinto di lasciare il Brasile, direzione Serie A.

Commenta per primo!

Bruno Henrique si avvicina a grandi passi alla Serie A.

Il centrocampista di proprietà del Corinthians avrebbe rifiutato la proposta di rinnovo avanzata dalla dirigenza carioca, esternando chiaramente la volontà di misurarsi con una realtà competitiva quale quella del massimo campionato italiano.

Calciomercato Palermo: rosa in pole per Bruno Henrique, Faggiano in pressing su Falcinelli

Sul calciatore sembra essersi creato un vero testa a testa tra Palermo e Torino, società alla ricerca di un regista dai piedi buoni. Nonostante i granata sembrassero in vantaggio nella corsa per arrivare all’ex Portoguesa, il temporeggiare da parte della dirigenza piemontese nel presentare un’offerta al Timao potrebbe tuttavia favorire il club di Maurizio Zamparini, il quale avrebbe attuato un asfissiante pressing atto a convincere il calciatore a trasferirsi in Sicilia.

Intercettato dai microfoni di Radio Globo, il direttore sportivo della compagine sudamericana Eduardo Ferreira si è soffermato sulla situazione legata al futuro del centrocampista classe 1989: “Due giorni fa, i rappresentanti del ragazzo ci garantirono che nel breve periodo avrebbero portato una proposta ufficiale alla dirigenza del club, ma così non è stato. Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto nulla, ma si sa, il calcio va così. Qualora arrivasse un’offerta, verrà valutata, e ci riserveremo di accettare o meno le condizioni che ci porranno”. Da evidenziare come il cartellino di Henrique appartenga al Corinthians soltanto per una quota vicina al 25%, la restante parte sarebbe suddivisa tra vari intermediari e personaggi vicini al giocatore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy