Balotelli se la ride: “Cinesi a Milano? Ce ne sono tanti. Non sputo nel piatto dove ho mangiato”

Balotelli se la ride: “Cinesi a Milano? Ce ne sono tanti. Non sputo nel piatto dove ho mangiato”

L’intervista rilasciata da Super Mario che questa sera assisterà dagli spalti del Meazza a Italia-Germania.

Commenta per primo!

E se l’attaccante che sta cercando il Napoli per sostituire Milik fosse Mario Balotelli?

Una domanda, questa, che è stata posta direttamente all’attaccante classe ’90: sogno proibito dell’estate del Palermo, adesso Super Mario veste la maglia del Nizza.

Nesta a Balotelli: “Se non sei in Nazionale, la colpa è solo tua”

“Amo Napoli ed i napoletani, lì vive mia figlia ma per il momento tornare in Italia non rientra nei miei piani – ha raccontato a Premium Sport -. Penso solo al Nizza e alla Francia”.

Spazio anche per un retroscena di mercato: “Prima del passaggio al Milan dovevo andare alla Juve ma poi ci furono alcuni problemi e non si realizzò il trasferimento. La seconda esperienza rossonera? Ha ragione Mihajlovic, l’ultimo anno non sono esploso solo per problemi fisici”, ha detto Balotelli che ha poi promesso: “Se vinco il campionato prendo un elicottero e volo sopra Nizza”. Ultimo argomento: la Nazionale: “Sono sempre stato un tifoso dell’Italia. Se Ventura mi chiamerà dovrò giocare come so”.

Aggiornamento delle 18.05

Balotelli, presente a Milano, parla anche ai microfoni di SkySport.

“La Nazionale? Se io sto bene gioco ovunque. Se non sono stato convocato, vuol dire che devo fare di più. Un giorno parlerò con lui e vedremo. Se non mi ha convocato, non mi riterrà pronto. Nessun problema, io sto continuando a lavorare. Magari qualcuno starà meglio di me, no problem. Io continuerò a giocare e allenare – ha proseguito -. Belotti è un bravo calciatore: sta facendo bene, sta segnando. Merita la Nazionale“.

DERBY – “In Milan-Inter tiferò per lo spettacolo. Se vincerà il Milan, sarò più felice. Gli anni di me all’Inter sono stati pure belli, non sputo dove ho mangiato, però io il Milan ce l’ho avuto sempre nel cuore, ormai si sa. Cosa mi piace del Milan di oggi? E’ un gruppo di giovani, giocatori nuovi. C’è un bravo allenatore, il terzo posto non è casuale. Cinesi a Milano? Ce ne sono tanti, di cinesi a Milano (ride, ndr). Tornando seri, dico che il mondo del calcio sta cambiando. Vedere un derby tra due società i cui presidenti sono cinesi è una cosa diversa… però speriamo che portino calciatori forti e spettacolo. Chi sarà decisivo in questo derby? Spero che Donnarumma e Locatelli giochino, così come spero che faccia bene Lapadula. Dell’Inter, invece, scelgo Icardi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy