Inter, la soffiata di Beppe Bergomi: “Dario Baccin sarà il secondo di Ausilio”

Inter, la soffiata di Beppe Bergomi: “Dario Baccin sarà il secondo di Ausilio”

Un futuro praticamente già scritto, arriva anche la conferma di uno dei personaggi maggiormente vicini all’ambiente nerazzurro. Beppe Bergomi: “Dario Baccin sarà il secondo di Ausilio all’Inter”.

1 Commento

Un quinquennio che si giudica da solo.

In cinque anni, Dario Baccin ha dato un ordine ben preciso al settore giovanile del Palermo. Giunto nel giugno del 2012 con Giorgio Perinetti, il dirigente di Novara si è dato subito da fare per organizzare al meglio un vivaio, quello rosanero, che necessitava di essere in qualche modo rivoluzionato. Non è un mistero che molti giovani – sapendo che a gestire la Primavera e le altre squadre del vivaio palermitano fosse proprio Baccin – abbiano deciso di raggiungere il capoluogo siciliano (o, in altri casi, tornare: l’esempio è quello di Simone Lo Faso che si era trasferito a Siena, ndr) per completare il processo di maturazione. Un metodo Baccin che è stato inculcato nel meccanismo di crescita di un settore giovanile che, da qui a breve, si ritroverà senza il proprio “comandante“.

Si potrebbe ancora usare il condizionale, parlando di probabile addio a fine stagione da parte dell’ex calciatore di Rimini e Treviso, ma le conferme su un suo nuovo ruolo in un top club italiano sono ormai innumerevoli. Salvo inattesi sviluppi, Dario Baccin sarà prossimamente il nuovo capo scouting dell’Inter. Non è per nulla passato inosservato il lavoro svolto dal responsabile del settore giovanile a Palermo in questi ultimi anni: pochi fondi, strutture limitate (lo ha anche ribadito il diretto interessato in questa intervista), ma tante idee. Sì, i baby-rosa non hanno messo in bacheca titoli in questo micro-periodo, però il primario obiettivo (vale a dire far sì che molti dei giovani riuscissero ad entrare a far parte del mondo dei professionisti) è stato raggiunto. Così, oggi si contano i contratti da PRO per Accursio Bentivegna, Antonino La Gumina, Giuseppe Pezzella, Simone Lo Faso, Andrea Fulignati… (e l’elenco continua).

Ultimi giorni da tesserato rosanero, dunque, per Baccin che in occasione dell’ultima partita della Primavera (Palermo-Novara 3-1 del 12 maggio 2017, ndr) ha salutato i ragazzi della squadra di Bosi. Un saluto particolare, un addio. Baccin in direzione Inter, a confermarlo anche Beppe Bergomi: “Sarà il secondo di Piero Ausilio, che è il ds dei nerazzurri“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Garofalo - 2 mesi fa

    Ormai si smantella tutto ok speriamo resta qualcosa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy