Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Sassuolo, Dionisi: “Difesi con le unghie e con i denti. Risultato? Faccio mea culpa”

Sassuolo, Dionisi: “Difesi con le unghie e con i denti. Risultato? Faccio mea culpa”

Le dichiarazioni del tecnico del Sassuolo, Alessio Dionisi, a margine del pareggio maturato contro il Genoa

⚽️

2-2: è questo il risultato della sfida tra Genoa e Sassuolo, andata in scena questo pomeriggio al "Ferraris" e valida per l'ottava giornata di Serie A. Scamacca illude i neroverdi segnando una doppietta dopo appena 20 minuti di gioco; al 27° Destro accorcia le distanze, nei minuti finali Vasquez chiude i conti regalando il pari al Grifone. Un risultato analizzato al triplice fischio dal tecnico del Sassuolo, Alessio Dionisi, intervenuto ai microfoni di "DAZN" nel post-gara.

"Forse abbiamo commesso l'errore che la partita fosse quasi in sicurezza. Siamo partiti bene, dovevamo schiacciare sull'acceleratore. Abbiamo preso un gol a difesa schierata, forse non ce l'aspettavamo neanche perché la sensazione era 'siamo padroni del campo' e non dobbiamo mai pensarlo. E' stato questo l'unico errore del primo tempo. Posso recriminare poco. Loro nel secondo tempo ci hanno attacco sotto la loro curva, è stata un'altra partita. Abbiamo perso qualche certezza di troppo e dovevamo giocare, la pressione del Genoa è aumentata e non ho nulla da dire anche a chi è entrato perché chi è entrato ha trovato una situazione diversa e abbiamo dovuto metterci in condizioni di cercare di difenderci in maniera migliore. Siamo stati meno efficaci, peccato perché il risultato non è all'altezza di quanto fatto, ma dobbiamo fare il mea culpa, io per primo".

"Le partite vanno giocate tutte - prosegue poi Dionisi - vanno analizzate nei 95-96 minuti. L'atteggiamento è stato buonissimo. Ci siamo difesi con le unghie e con i denti, anche contro una squadra che ha più fisicità di noi. Prendo tutte le cose positive, quelle negative le tengo per me".

Sul tandem Scamacca-Raspadori: "Possono giocare bene. L'obiettivo era farli giocare insieme e lo hanno dimostrato. In questo momento Giacomo lo vedo più da sottopunta perché giocare da prima punta contro squadre che marcano a uomo non è semplice. Serve più fisicità e Gianluca ce l'ha. Sono contento per lui. Ha giocato per merito, se continuerà così troverà continuità. Poi spero che Boga ci sia dalla prossima, qualcuno dovrà accettare di subentrare, oggi avevamo meno scelte offensive ma mi auguro di poterne fare di più".

tutte le notizie di