Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Vitale: “Palermo da B? Baldini farà le sue richieste sul mercato. L’affare Lucca…”

Vitale: “Palermo da B? Baldini farà le sue richieste sul mercato. L’affare Lucca…”

L'intervista esclusiva rilasciata dall'ex dirigente di Empoli e Pisa, Pino Vitale, alla redazione di Mediagol.it

Mediagol (nic) ⚽️

Un'istituzione dirigenziale nella storia dell'Empoli e del panorama calcistico italiano. Pino Vitale è stato polo manageriale di riferimento, tecnico e gestionale, del club del patron Fabrizio Corsi per ben tredici anni, dal 1999 al 2012. Il binomio professionale con Silvio Baldini in Toscana ha prodotto risultati eccellenti, la promozione in Serie A, la salvezza brillante al primo anno in massima serie, i numerosi talenti di prospettiva forgiati e consacratosi successivamente stelle del firmamento calcistico nazionale. L'ex Dg della società empolese ha tracciato un ritratto minuzioso del nuovo tecnico del Palermo, Silvio Baldini, soffermandosi anche sulla centralità della figura del direttore sportivo nel sistema calcio, nel corso di un'interessante intervista esclusiva concessa alla redazione di Mediagol.it,

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

"Fare una capatina a Palermo per assistere ad un match della compagine rosanero guidata da Silvio Baldini? Sicuramente mi farebbe piacere salutare Sagramola ed il mio grande amico intimo Renzo Castagnini, oltre che il mister. Intanto posso fare il tifo per i rosanero da lontano e, se dovesse capitare, potrei guardare guardare una partita dei rosanero dei play-off promozione. Quali ambizioni può coltivare il Palermo in questa stagione? la squadra rosanero ha conteso per qualche settimana il primato al Bari, ma dopo la recente flessione, credo realisticamente, che debba concentrarsi sulla conquista di un posto al sole nei play-off di Serie C. Poi non si può mai sapere, perché vincendo un paio di partite importanti contro le dirette concorrenti, potrebbero sempre cambiare le carte in tavola. Diamo modo a Baldini di conoscere la squadra e di inziare al meglio il suo lavoro, prima di esprimere qualsiasi valutazione, penso sia ancora troppo presto per fare dei pronostici sull'epilogo di questo campionato. Lavorando sul campo Silvio avrà modo di conoscere approfonditamente le caratteristiche dei suoi giocatori e formulare le dovute richieste al club in sede di calciomercato. Vedremo se proprietà e dirigenza saranno in grado di accontentarlo. Il ruolo del direttore sportivo nel calcio moderno? Sicuramente il sistema è molto cambiato, mancano i profili specialisti del ruolo, è cresciuto in maniera esponenziale il peso specifico dei procuratori, che spesso snobbano il direttore sportivo perché vogliono parlare direttamente coi presidenti. Io credo ancora nella centralità della figura del direttore sportivo. I ds che stimo maggiormente? Tra i giovani posso certamente citare Marcello Carli che è passato anche da Empoli nel corso della sua carriera. Tra i top manager stimo molto Walter Sabatini e Giovanni Sartori. In questo mestiere si affrontano tutti i problemi possibili di una società, parlando specialmente dal punto di vista economico, per cui bisogna essere capaci nel saper gestire le risorse.

L'operazione Lucca? Credo che il Palermo sia stato molto bravo a valorizzarlo e ad intuire prima degli altri le sue notevoli potenzialità, ma c'ha visto bene anche il Pisa, perché non è facile investire più di due milioni su un classe duemila, dopo un solo anno di professionismo. Il ragazzo in campionato è partito benissimo ed ha destato l'attenzione di molti top club di Serie A. Dopo una partenza sprint a livello realizzativo, Lucca si è un po' fermato, ma l'importante è che il suo Pisa proceda a vele spiegate e sia ancora in vetta alla classifica. Snel caso in cui il club nerazzurro dovesse riuscire a centrare la promozione in Serie A, l'ex Palermo potrà certamente essere tra i protagonisti della compagine di D'Angelo nella prossima stagione".

Infine uan dedica al nuovo tecnico rosanero, Silvio Baldini, che da lunedì scorso, 27 dicembre 2021, ha ufficialmente iniziato la sua seconda esperienza sulla panchina del Palermo - "Gli mando un forte abbraccio e un grande bacio. Sono pronto ad osservare il suo lavoro e sono certo che non avrà problemi e farà molto bene in una città che ama profondamente".