Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'intervista

Tedesco: “Difficoltà con i tifosi rosa nate l’anno scorso. Sagramola? Fuori luogo”

Giovanni Tedesco

Le dichiarazioni dell'ex calciatore e allenatore del Palermo, Giovanni Tedesco

Mediagol (nic) ⚽️

Giovanni Tedesco torna a parlare dopo l'amara e grottesca avventura negli Emirati con il Ras Al Khaimah. L'ex calciatore del Palermo è intervenuto sulle colonne de "La Repubblica", soffermandosi sulla possibilità di allenare una squadra in Africa: "Non c'è da scherzarci troppo, mi hanno chiesto di allenare un club tra i più importanti di quel continente e ci sto pensando. Quando hai voglia di lavorare e non riesci a trovare sistemazione, devi valutare ogni offerta". Di seguito, le dichiarazioni di Giovanni Tedesco.

RAS AL KHAIMAH- "Una truffa. Mi hanno fatto credere chissà che cosa, sono partito con tutto il mio staff, compreso mio fratello Totò. Sono arrivati anche dieci giocatori dall'Europa insomma un progetto che sembrava da favola. Firma sui contratti? Certo, però li hanno tenuti nel cassetto. Alla nostra richiesta di avere copie dell'accordo, rispondevano: 'Tomorrow, tomorrow'. Fino a quando, una settimana prima della Coppa del Presidente, ci dicono che non c'erano fondi e che la società non poteva iscriversi. Poi si sono dileguati. Tutto finito prima di cominciare. Non ci hanno dato soldi, abbiamo dovuto pagare di tasca nostra il viaggio di ritorno. Esperienza disastrosa. Come quella di Pasquale Marino con i Tuttolomondo. Ho denunciato l'accaduto facendo nomi e cognomi di chi ci ha preso in giro perché la gente deve sapere che queste persone vanno bandite dal calcio".

PASSATO ROSANERO- "A Palermo dopo la prima squadra, Zamparini mi offrì la guida degli allievi nazionali, ma il mio obiettivo era la Primavera. Rifiutai. Ogni direttore sportivo portava il proprio uomo e per me non vedevo futuro. Pensavo così di dare una svolta alla mia professione. In un certo senso, rimpiango di avere respinto l'offerta di Zamparini. Forse, ho sbagliato due volte. Il fatto che mi sia allontanato per anni mi ha chiuso molte porte. Non so cosa pensare, mi hanno abbandonato anche ex compagni con cui ho condiviso l'attività calcistica e direttori sportivi".

MALTA- "L'idea nasce da Gaucci figlio, conosciuto ai tempi del Perugia. Abitavo a Foligno e l'ho rivisto da presidente del Floriana nella Serie A maltese. Rimanevano le ultime quattro partite per non retrocedere e mi chiese se me la sentivo di dargli una mano. Sembrava una cosa di passaggio invece la mia vita è cambiata. Con lui sono stato bene. Si va dove ti cercano. Ho sempre lasciato buoni ricordi nelle piazze frequentate, ma ovviamente non bastava per trovare collocazione in Italia e allora ho deciso di puntare sul paese che mi offriva un'opportunità. Purtroppo sono state esperienze negative. La prima volta, a Dubai, ho avuto il Covid e dopo un mese sono stato costretto ad abbandonare. Stavo male e sono rientrato a casa. Poi, l'incredibile vicenda di Ras Al Khaimah non un posto qualsiasi, ma la sesta città degli Emirati. Scommesse perse. Ora mi tocca ricominciare. Nonostante le difficoltà, sono ambizioso e credo ancora in una buona carriera".

FUTURO IN ITALIA- "Di corsa. Da Malta rientro di frequente per rivedere i genitori. Solo che, per allenare, spesso ti chiedono una sponsorizzazione. E non lo sopporto. Dovrei comprami la panchina? Questo non è il mio calcio".

SCREZI CON PALERMO- "Tutto nasce da una mia dichiarazione sullo scorso campionato. Dissi che il settimo posto rappresentava una stagione fallimentare. Credo che in cuor loro la pensassero così pure i tifosi. Poi Sagramola mi accusò dicendo che gli ex non facevano valutazioni positive perché volevano entrare nel "castello" e non ci riuscivano. Mi ha dato fastidio. Un motivo per cui non trovo spazio è perché non sono un lecchino. Sagramola lo sa, non ha mai ricevuto una chiamata per aprirmi il portone. E poi, in quello che Sagramola definisce il castello io ci ho vissuto per sei anni quando era un castello vero. Un'uscita, la sua, fuori luogo. Da qui è nato il clima di polemiche".

tutte le notizie di