Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'INTERVISTA

Tavano-Mediagol: “Tutto su Baldini, decisivo nella mia carriera. Mi ha insegnato…”

Tavano-Mediagol: “Tutto su Baldini, decisivo nella mia carriera. Mi ha insegnato…”

L'intervista esclusiva concessa da Francesco Tavano, ex attaccante di Empoli, Valencia e Roma, tra le altre, alla redazione di Mediagol.it

Mediagol ⚽️

La promozione in Serie A con la maglia dell'Empoli e la successiva brillante salvezza conseguita nel massimo campionato italiano, la favola vissuta da leader tecnico e carismatico nelle file della Carrarese che ha sfiorato a più riprese il sogno Serie B. Francesco Tavano, bomber prolifico e dal talento cristallino, ha condiviso con Silvio Baldini trascorsi professionali gratificanti e formativi. Il classe 1979, oggi stella del Ponsacco che milita nel campionato di Eccellenza, ha indossato in carriera le maglie prestigiose di Roma e Valencia, tra le altre, consacrandosi miglior marcatore della storia dell'Empoli con l'invidiabile bottino di 120 reti realizzate alla corte del patron Fabrizio Corsi.  Il bomber nativo di Caserta ha concesso un'interessante intervista esclusiva alla redazione di Mediagol.it.

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

“Chi è per me Silvio Baldini e quanto hanno inciso i suoi insegnamenti nell'evoluzione della mia carriera? Prima di tutto, mi preme dire che il mister è una persona eccezionale. Ti dà tutto in primis sul piano umano, lui è sempre disponibile al sostegno e al dialogo,  personalmente vi assicuro mi ha fatto crescere davvero tanto sia come uomo sia come calciatore. Nel corso della sua parabola professionale ha avuto momenti complicati, vivendo frangenti fatti di alti e bassi, lo ritengo un tecnico estremamente preparato sotto ogni punto di vista, un riferimento instancabile e prezioso, sempre a disposizione della squadra e della società. Sicuramente può fare molto bene anche nel corso di questa sua seconda esperienza a Palermo. Lavorare con lui è stato molto importante per forgiare e completare il mio bagaglio calcistico. Mi ricordo che il mister mi spronava costantemente, stimolandomi in ogni modo.

Mi diceva sempre di attaccare la porta, di dare il 100% anche negli allenamenti. Durante le sedute settimanali ci teneva che non sbagliassi le conclusioni da distanza ravvicinata, anche nelle esercitazioni in cui eravamo undici contro zero. Baldini mi ha insegnato ad essere cattivo ed incisivo sotto porta, facendomi comprendere quanto fosse decisivo non fallire le occasioni più facili. Al netto degli insegnamenti sotto il profilo tattico, lui è un maestro nella cura degli schemi offensivi, mi ha dato la scossa sul piano psicologico e motivazionale, la forza mentale per farmi diventare l’attaccante che sono diventato, facendomi raggiungere obiettivi importanti”.