Palermo-Virtus Francavilla

Palermo-Virtus Francavilla 1-0: Brunori scaccia la paura! Tre punti, tanta sofferenza

Vittoria sofferta al culmine di una prestazione balbettante da parte di un Palermo contratto e spesso arruffone: decide Brunori nella ripresa

⚽️

La zampata, provvidenziale quanto estemporanea, di Matteo Brunori nel cuore della ripresa, risolve una gara in salita e di estrema sofferenza per il Palermo di Filippi, regalando alla compagine rosanero tre punti fondamentali sul piano numerico e psicologico. Una prestazione tutt'altro che brillante quella fornita dalla compagine siciliana, contratta, evanescente e confusionaria per quasi un'ora di partita.

Un primo tempo incolore ed in perenne affanno quello disputato dai rosanero, spesso lunghi e scollati, imprecisi ed approssimativi nella gestione della sfera, irretiti dalla circolazione ordinata della palla di un avversario non trascendentale sul piano tecnico ma coeso e discretamente organizzato nelle due fasi. Sempre in ritardo e raramente sinergico nell'applicazione del pressing, disarticolato quando perdeva la sfera, in difficoltà sia centralmente che sulle corsie, con Doda e Valente spesso lacunosi in marcatura e nella chiusura delle diagonali.  Comfusa e poco lucida la fase di impostazione in zona nevralgica. sterile e improduttiva la fase offensiva, Soleri non è riuscito a coprire adeguatamente la sfera ed alzare il baricentro come in altre occasioni, Fella è rimasto ancora una volta piuttosto avulso dal gioco della squadra, il solo Silipo si è prodotto in qualche interessante assolo, ma non è stato sufficientemente cercato ed assistito dai compagni. Nulla cosmico dalle parti di Nobile nella prima mezz'ora, più di un rischio per Pelagotti, con una velenosa conclusione di Perez ed un rigore reclamato da Ventola per un tocco di Peretti al culmine dell'ennesima amnesia difensiva, retropassaggio incauto di Doda, che stava ancora una volta per costare cara alla compagine di Filippi.

Quindi la decisione dell'arbitro di mostrare il rosso diretto a Perrotta, intervento scomposto e pericoloso ma non cattivo su Pierno, l'inferiorità numerica e l'implementarsi di un disagio guà evidente, sotto il profilo tecnico e nervoso. Filippi ha cercato di turare le falle, richiamando Fella e inserendo Luperini, abbassando i due sterni e liberando Silipo al fianco di Soleri per una sorta di 4-3-2Luperini si è divorato il gol del possibile vantaggio in chiusura di prima frazione, alzando la mira da due passi, dopo una presa difettosa di Nobile su punizione a giro calciata da Valente.

Nella ripresa Lancini ha subito rilevato Peretti, la Virtus ha sfiorato il vantaggio un altro paio di volte ma il Palermo ha retto l'urto, con carattere e volontà, stringendo i denti, ma senza mai mostrare linearità e grande brillantezza in termini di proposta offensiva. Filippi si è quindi giocato la carta Brunori in luogo di Soleri, chirurgico e lucidissimo il classe 1994 a sfruttare un retropassaggio errato di Caporale, firmando il vantaggio: dribbling secco e lob dolcissimo sull'uscita di Nobile di pregevolissima fattura. Sul gol del suo bomber Filippi ha edificato la condotta accorta e gladiatoria della squadra nel finale: Giron ed Almici hanno rilevato Silipo e Valente, il Palermo si è disposto con un 4-3-1-1 con Luperini al fianco di Brunori, ed   ha provato a serrare i ranghi. La Virtus Francavilla ha spinto forte, Enyan ha sprecato da pochi metri la chance del pari prima che Ventola venisse espulso dal direttore di gara vanificando la superiorità numerica ospite. L'altro cartellino rosso comminato al portiere pugliese Nobile chiudeva di fatto la contesa, la squadra di Filippi riusciva a compattarsi davanti a Pelagotti e blindare tre punti preziosissimi. Il carattere e la voglia di superare gli ostacoli ed i propri limiti, oltre al conseguimento dell'intera posta in palio, sono le uniche note liete di una prestazione che ha purtroppo ribadito criticità e lacune in entrambe le fasi di gioco che hanno caratterizzato il cammino altalenante della squadra rosanero in questa prima parte di stagione.

tutte le notizie di