Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

derby

Palermo, il derby non guarda la classifica: ecco il trend negativo per chi sta davanti

Palermo, il derby non guarda la classifica: ecco il trend negativo per chi sta davanti

In vista del derby tra Catania e Palermo la classifica conterà, come sempre, molto poco, in un confronto che si appresta ad essere avvincente sotto molteplici aspetti tecnici e tattici

Mediagol (ls) ⚽️

Di Luca Silvestri

"Mai come nel caso di Palermo e Catania, però, favoriti non ne esistono. Anzi, guai a fidarsi della classifica. L’ultima volta che il derby di Sicilia è stato vinto da chi stava davanti risale addirittura al 2008". Esordisce così l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, che mette al microscopio l'attesissimo derby tra Catania Palermo, con i rosanero a caccia di tre punti importanti in vista dello scontro diretto al vertice con il Bari. Di fronte una formazione rossoazzurra quanto mai in cerca di continuità di risultati, e ancora ai margini della zona playoff. Come insegnano però tempo e precedenti, guardare la classifica quando si tratta di derby può sempre risultare, alla fine dei giochi, un arma a doppio taglio. Se è vero che guardando i punti collezionati dalle due squadre sembra già esserci un vincitore designato, lo è altrettanto il fatto che l'ultima volta che nel confronto tra le due siciliane ha trionfato quella posizionata meglio in classifica risale proprio al 2008.

Un dato indicativo, che deve tra gli altri indurre i rosanero a non sottovalutare un match dai contorni sportivi e toni agonistici certamente accesi. "Una costante che ormai si ripete da più di un decennio. Nelle annate positive del Palermo, ad avere la meglio è stato spesso il Catania. Quando invece le cose sono andate per il verso sbagliato per i rosanero, i derby si sono rivelati una delle poche occasioni per gioire", prosegue il quotidiano.

Anche nella scorsa stagione il trend si è confermato, con il Palermo arrivato al derby d'andata in piena crisi di positivi al Covid 19 e al penultimo posto della classifica, con gli etnei settimi. Al ritorno, invece, i rosanero trovarono la vittoria da noni in classifica, con il Catania quinto e la storica rete di Mario Santana. L'augurio per la compagine di Viale del Fante è che la legge dei numeri e dei precedenti non viga anche domenica al 'Massimino', dove alla banda di Filippi serviranno necessariamente i tre punti per non arrestare la propria corsa al primato occupato attualmente dal Bari.