Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

palermo

Mirri: “Prederby punto di partenza. Cessione club? Possiamo proseguire da soli ma…”

Mirri: “Prederby punto di partenza. Cessione club? Possiamo proseguire da soli ma…”

Le parole del presidente del Palermo nel corso del prederby in cui ha analizzato il rapporto tra le due società, soffermandosi anche sulla cessione del club

Mediagol (rdf) ⚽️

Il Palermo si prepara a sfidare nella giornata di domani il Catania in un derby che si preannuncia acceso e ricco di emozioni. Due squadre che seppur con ambizioni diverse hanno voglia di conquistare la vittoria che avrebbe chiaramente un sapore dolcissimo. Per raccogliere fondi in soccorso della popolazione etnea colpita quest'anno dal violento nubifragio e contribuire alla ricostruzione dello storico mercato etneo della Pescheria, è stato organizzato nella giornata odierna il prederby, evento di solidarietà che ha visto tra i protagonisti vecchie glorie e figure di rilievo del panorama artistico siciliano e non.

All'evento ha partecipato anche il presidente del PalermoDario Mirri che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Trm, in cui ha parlato  anche della cessione del club.

Sul prederby- "È una giornata di inizio di un percorso che spero di poter sostenere ancora, perché credo che Palermo e Catania siano probabilmente i più grandi avversari della storia del calcio siciliano, ma non potranno mai essere nemici: questa è una follia che c'è stata negli anni. E questo (il Pre-Derby del Cuore, ndr) è un inizio, un contributo. Palermo e Catania devono stare insieme per sostenersi nelle difficoltà, poi chiaramente in campo vinca il migliore”.

Sulla cessione-“Il Palermo è venduto? Il Palermo non si vende, il Palermo resta di Palermo e come ho detto sin dall'inizio ha bisogno di un sostegno economico ulteriore io posso arrivare, con tutte le mie forze, per quello che sto realizzando. E' chiaro che voglio guardare avanti, come qualsiasi papà per i propri figli magari può avere il desiderio di consentire una migliore crescita possibile. Quindi da questo punto di vista credo che sia giusto che io, con responsabilità, consenta al Palermo uno sviluppo ulteriore. Il Palermo non ha nessuna emergenza, può andare avanti da solo, ma può andare ancora meglio con maggiori forze”

tutte le notizie di