derby

Ghirelli: “Pubblico incredibile, non abbassiamo la guardia. Che emozione, questo è il calcio”

Ghirelli: “Pubblico incredibile, non abbassiamo la guardia. Che emozione, questo è il calcio”

Le parole del presidente della Lega Pro nell'intervallo del derby tra Catania e Palermo

Mediagol (ls) ⚽️

Parola a Francesco Ghirelli. Nell'intervallo del derby di Sicilia tra Catania Palermo, il presidente della Lega Pro è intervenuto ai microfoni di Eleven Sports per esprimere le sue sensazioni in merito, tra le altre cose, alla spettacolare cornice di pubblico presentatasi sugli spalti dello stadio 'Angelo Massimino'. Un affluenza da ricordare da parte del pubblico rossoazzurro, che fotografa in maniera nitida l'importanza del match, con il primo tempo conclusosi con il punteggio di 1-0 in favore degli etnei grazie alla rete su calcio di rigore di Moro. Ecco le parole del numero uno della Serie C: "Finalmente c'è un pubblico adeguato all'avvenimento anche se se ci fosse stata la possibilità di aprire maggiormente avremmo avuto anche il pubblico di Palermo. Il fatto di avere i cento bambini da Palermo è un segno di grande felicità. Tra ieri e oggi credo si sia piantato un seme del cambiamento ed è bello sia partito da uno dei derby più accesi di Italia. Messi insieme solidarietà e amicizia, è stato possibile per l'azione dei dirigenti del Palermo ma anche perché Ismaele e Paci si sono impegnati. Gli artisti sono scesi in campo e hanno rovesciato la cultura del tifo. Soddisfatto per questo 2021 ma il lavoro deve proseguire. Dopo due anni di silenzio si torna con il pubblico, dopo due anni di fatiche si torna ad un calcio vero, Anche se la guardia non va abbassata, bisogna mettere in sicurezza il calcio e bisogna lavorare sulla sostenibilità economica delle società. Oggi mi guardo intorno e mi emoziono, questo è il calcio ma bisogna dare sostenibilità alle squadre. Seregno? Sono in corso indagini da parte della procura federale, la mia posizione è quella di silenzio e di attesa. Nel momento in cui si muove la giustizia sportiva il presidente di Lega deve stare in silenzio ad attendere"