Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

CONFERENZA STAMPA

Filippi: “Ricarichiamo le pile e ripartiamo. Io in bilico? Rispondo così”

Filippi: “Ricarichiamo le pile e ripartiamo. Io in bilico? Rispondo così”

Chiude l'anno solare con l'amaro in bocca il Palermo che cade a Latina 1-0. Rosanero in nove uomini per tutto il secondo tempo, dopo le espulsioni di Buttaro e Pelagotti. le dichiarazioni del tecnico rosanero, Filippi, dopo la 20^ di Serie C

Mediagol (sc) ⚽️

Il Latina super di misura il Palermo nell' 1-0 del "Francioni", gara valevole per il ventesimo turno del girone C di Serie C, prima del girone di ritorno ed ultima dell'anno solare di Lega Pro. Partita caratterizzata da due svarioni difensivi, che nella prima frazione di gioco hanno causato due espulsioni i danni della squadra rosanero allenata dal tecnico, Giacomo Filippi. Alessio Buttaro, il primo a dover abbandonare il terreno di gioco, dopo un fallo da ultimo uomo sul numero nove del Latina, Carletti, in seguito ad un errore grossolano di Edardo Lancini. Il secondo a doversi accomodare anzitempo negli spogliatoi è stato il portiere di origini toscane, Alberto Pelagotti, intervenuto in ritardo, fuori dalla sua area di rigore, sempre sul numero nove della formazione "pontina". Tra le due espulsioni, il gol dei nerazzurri, realizzato dallo stesso Carletti, lasciato colpevolmente solo all'interno dell'area di rigore del Palermo, dopo una serie di errori in fase difensiva scaturiti da un goffo rinvio di Lancini, nel cercare di liberare la propria area di rigore, consegnando di fatto il pallone tra i piedi di Giorgini, che con un cross preciso ha trovato l'incornata vincente del centravanti della formazione allenata da Daniele Di Donato. Di seguto le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rosanero, Giacomo Filippi, intervenuto in conferenza stampa dopo il triplice fischio del direttore di gara.

"Di impossibile non c'è nulla. Se Brunori alla prima occasione fa gol, staremmo parlando di altro. Come ho detto prima bisogna lavorare su noi stessi e capire di trovare la strada giusta. Io conosco solo la strada del lavoro. Gli allenatori ogni settimana sono in bilico, l'unica cosa che io e il mio staff sappiamo fare è quella di impegnarci. Tutto quello che viene deciso dall'alto va bene. Noi lavoriamo con la squadra, la squadra lavora bene. Quando non arrivano i risultati la classifica piange. Oggi è giusto staccare e ricaricarsi mentalmente. Quello che voglio dire è che bisogna sfruttare questa sosta per ricaricare le pile e ripartire più forte di prima. Siamo i primi ad essere rammaricati. Fisicamente la squadra sta bene, ha retto per 60 minuti in nove. Non è il problema l'aspetto fisico, ogni tanto gira tutto male".