Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

VERSO AL TURRS

Baldini: “Damiani non ancora al top, in pochi come lui. Equilibrio? C’è un segreto”

Baldini: “Damiani non ancora al top, in pochi come lui. Equilibrio? C’è un segreto”

Alla vigilia di Palermo-Turris, match valido per la ventottesima giornata del girone C di Serie C, il tecnico rosanero, Silvio Baldini, ha presentato in conferenza stampa la gara del "Renzo Barbera" in programma sabato 19 febbraio 2022 alle 14.30

Mediagol ⚽️

Il Palermo guidato da Silvio Baldini si proietta subito al prossimo turno di campionato, per archiviare il disastroso ko per 4-1 rimediato contro il Foggia di Zdenek Zeman. Alla vigilia del match interno contro la Turris, valido per il ventottesimo turno del girone C di Serie C, il tecnico rosanero, ha presentato in conferenza stampa la gara contro la compagine "corallina", in programma sabato 19 febbraio 2022 alle ore 14.30 allo stadio "Renzo Barbera". Di seguto le dichiarazioni dell'allenatore nativo di Massa in merito alla prossima sfida contro la squadra allenata da Bruno Caneo.

"Damiani? Non è ancora il giocatore che ho avuto a disposizione a Carrara. L'anno scorso ha vinto la B con l'Empoli quest'anno si è fatto male alla caviglia e non ha fatto presenze. Quando tu stai 6 mesi senza giocare devi trovare ritmo e condizione. All'esordio ha fatto benissimo, nelle altre partite non l'ho visto così brillante. A Carrara non l'ho mai sostituito, io guardo il campo e mi baso su quello. Come sa giocare a calcio Damiani (che ha cinque campionati importanti alle spalle) ne ho visti pochi bravi come lui. Più crescerà e più darà un grande apporto alla squadra. L'errore che ho fatto io è che ho giocato a Foggia per poter vincere e dunque ho cercato di inserire un ala al posto di un terzino e abbiamo perso diverse certezze. Nonostante questo abbiamo creato delle situazioni importanti. Il secondo gol siamo tre contro due, Odjer ha sbagliato la scelta e sul rinvio abbiamo preso gol. In queste situazioni bisogna avere più lucidità. Distanze in campo? Ci stiamo lavorando, bisognerebbe giocare dai 16 ai 20 metri. Quando abbiamo preso il secondo gol a Foggia siamo oltre i 40 metri ed è normale che non essendo corti abbiamo fatto fatica. Per difendere la porta dobbiamo essere sempre compatti con tutti gli undici elementi che abbiamo in campo. Se ti allunghi può accadere ciò che è successo a Foggia. Anche stamattina abbiamo lavorato su questi aspetti che sono fondamentali per poter vincere i play off anche arrivando decimi".