Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'INTERVISTA

Aronica: “Filippi ok, i risultati parlano. Palermo? Tre anni di C sarebbero troppi”

Aronica: “Filippi ok, i risultati parlano. Palermo? Tre anni di C sarebbero troppi”

L'intervista esclusiva concessa da Salvatore Aronica, ex difensore di Palermo, Napoli e Juventus, alla redazione di Mediagol.it

Mediagol (sc) ⚽️

Il lavoro di Giacomo Filippi sulla panchina del Palermo e l'operato di dirigenza e proprietà rosanero tra i temi affrontati da Salvatore Aronica, ex jolly difensivo di Juventus, Reggina, Napoli e Palermo, tra le altre, nel corso dell'intervista esclusiva concessa alla redazione di Mediagol.it.

"Conosco molto bene Giacomo Filippi, ci siamo affrontati numerose volte da calciatori sul campo e abbiamo fatto il corso a Coverciano insieme, condividendo per un mese e mezzo la stessa struttura. Devo dire che è un ragazzo molto loquace, in gamba ed intelligente. Non è un profilo molto mediatico ma gli allenatori lavorano sodo, badano al concreto e  vivono per i risultati: se sono positivi creano interesse attorno alla propria figura professionale e se sono negativi, tutti gli altri aspetti lasciano il tempo che trovano. I risultati di Filippi sono sotto gli occhi di tutti per cui meriterebbe un plauso. Lui giustamente preferisce pensare a lavorare piuttosto che parlare. I tifosi e la stampa convergono su un unico punto: sono i risultati che contano. Io credo che a Mirri debba essere riconosciuto il fatto di aver investito sul Palermo in un momento delicato e sconfortante per la piazza. Quello di Serie D è un torneo che conosco molto bene ed è sotto il profilo tecnico un campionato mediocre, ci voleva poco per vincerlo. Mentre quello dello scorso anno in Serie C è stato un campionato più di assestamento, condizionato molto anche dalla pandemia sotto ogni punto di vista. Quest'anno forse ci si aspettava qualcosa in più dalla proprietà, si auspicava di poter rinforzare l'organico in modo più massiccio per puntare dritti e spediti alla promozione. Ora bisognerebbe imitare il Bari e costruire una corazzata ma la pandemia ha inciso sicuramente sui bilanci delle società. Per una piazza blasonata come Palermo i tifosi si aspettano la promozione già da questo campionato: se non si dovesse raggiungere nemmeno quest'anno la Serie B sono sicuro che qualcuno si indispettirebbe. Tre anni di Serie C secondo me sono davvero troppi per una piazza come Palermo".

 

tutte le notizie di