Zamparini: “Sono uno onesto, chiedo rispetto. Baccaglini, se il closing non arriva…”

Zamparini: “Sono uno onesto, chiedo rispetto. Baccaglini, se il closing non arriva…”

Maurizio Zamparini: “Sono una persona onesta, chiedo rispetto. Incontrerò oggi Baccaglini, se il closing non arriva…”

9 commenti

Maurizio Zamparini non ci sta e, all’indomani delle notizie diffuse a proposito di controlli in programma da parte della Procura sui conti del Palermo Calcio, torna a parlare pubblicamente.

Il silenzio interrotto da parte dell’attuale proprietario del club rosanero (almeno fino al closing) che sin qui si era dovuto cucire la bocca in virtù delle clausola di confidenzialità presenti negli iniziali accordi con Paul Baccaglini, i soci alle spalle dell’ex Iena e l’istituto di credito londinese.
Zamparini comincia il suo assolo ricordando: “Io sono una persona onesta e chiedo almeno rispetto. Sto cercando di vendere perché sono stanco, ma anche perché le persone che arriveranno potranno dare continuità e dare amore al Palermo”, ha detto a ‘La Repubblica‘ spiegando di aver trascorso la giornata di ieri a Losanna, a proposito della vicenda su Paulo Dybala e Gustavo Mascardi, questione che – in realtà – sembrava essere stata risolta con l’intervento di Rino Foschi (amico di Mascardi) un anno fa.

Di questo calcio ne ho piene le balle. Venerdì compirò 76 anni e sono veramente stanco di questo mondo e di queste porcherie.

L’imprenditore friulano precisa che nella giornata di ieri ha mandata alla Procura di Palermo i suoi avvocati: “Sì, l’unico problema riguarda un ritardato pagamento dell’Iva. Per il resto, non ho nulla da nascondere”, aggiunge Zamparini facendo anche riferimento alla Covisoc e ai controlli che periodicamente vengono effettuati sui conti del Palermo. “Se le cose non fossero in regola, vi assicuro che non potremmo nemmeno iscriverci al campionato”.

L’attenzione poi si sposta sul closing, tema dominante e comunque collegato alle notizie diffuse ieri mattina. “Chiuderemo in una settimana o dieci giorni al massimo. La trattativa è in una fase molto avanzata. Oggi vedrò Baccaglini per una riunione”, l’aggiornamento dato da Zamparini che ribadisce come non vi sia un vero e proprio problema tra domanda e offerta: “Sì, ora la banca che ha deciso di garantire per il gruppo Baccaglini vuole la documentazione per finanziare l’operazione. Bastano 30 o 40 milioni. Poi ci vorrà un’adeguata campagna acquisti”.

E se il closing non va in porto? “Faccio l’imprenditore e ho sempre la soluzione uno, ma ho anche la soluzione due – premette Zamparini -. Mi auguro e prego gli angeli che alla fine arrivi la uno. Con la due non resterei comunque a Palermo. Cercherei qualcuno che gestisca la società per tornare in serie A e subito dopo troverei un compratore”, conclude Zamparini che intanto e in forte pressing su Marco Baroni, allenatore del Benevento.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giorgio Ing Malanga - 3 mesi fa

    C) – CAMBIARE IL RAPPORTO SPORT – AMMINISTRAZIONE COMUNALE
    (del 07-06-2017)
    NOI del Movimento Civico “FORZA PALERMO”, proponiamo un nuovo modo di amministrare, un cambiamento totale, che coinvolgono anche i cittadini nelle scelte amministrative della nostra città.
    Il voto non deve essere una carta bianca da dare all’Amministratore di turno, senza sapere cosa ne farà dopo!
    Anche per lo sport, specialmente per il calcio, il Comune deve essere attivo e sempre presente a difendere e anche a partecipare nella gestione delle varie attività sportive, perché ciò sono dei prestigi e sviluppo per la nostra città!
    Quindi si devono conoscere tutti le attività sportive che cosa fanno e come funzionano, e dove vi è mancanza o carenza gestionale, amministrare e/o compartecipare, con tutti i palermitani amanti dello sport al miglioramento e al mancato fallimento delle società sportive in crisi.
    Il dott. Zamparini dice che il Palermo ha un debito di 40 milioni di euro, e che sta avendo delle trattative per la cessione del Palermo ad una società inglese, dopo aver venduto la Mepal.
    Noi non vogliamo far fallire un’altra volta la società del Palermo con il ritorno in serie C,D,H,G,.. pulcini, ecc., basta! Che si prendano dei provvedimenti per la salvaguardia della squadra, garantendo il debito con assicurazioni, ecc. e se occorre di amministrare personalmente il tutto il Comune stesso, acquisendo la squadra, risanandola e rivendendo al miglior acquirente!
    NOI del Movimento Civico “FORZA PALERMO”, vogliamo che escano fuori tutte le mancanze e distorsione della nostra città, e di stimolare migliaia di cittadini palermitani a prendere in mano direttamente il proprio futuro per lo sviluppo, il progresso, il lavoro della nostra amata Città di Palermo e che la nostra squadra di calcio (il simbolo della nostra città) possa finalmente vincere lo “Scudetto Nazionale” ed essere campioni d’Italia, come la nostra città si merita, cambiando il rapporto tra giocatori e i fans della squadra del cuore, che sia diretto, scambievole e di amicizia.
    NOI del Movimento Civico “Forza Palermo”, vogliamo, che il cittadino ci aiuti a decidere sulle principali scelte che si devono compiere per lo sviluppo della città e per tutte le attività sportive.
    Ogni grosso progetto sarà reso pubblico ed integrato con le osservazioni dei cittadini fatte nelle Assemblee o in Internet.
    NOI del Movimento Civico “Forza Palermo” vogliamo, che lo sport sia trascinante e praticabile per tutti i palermitani, specialmente i giovani.
    NOI del Movimento Civico “Forza Palermo”, vogliamo rilanciare, ripristinare e ristrutturare, nei massimi splendori ed efficienza, l’Ippodromo, costruire il nuovo Stadio del Palermo (ma non dove vi è l’ippodromo ma più a monte), ripristinare l’altro Stadio abbandonato dello Zen, il Parco della Favorita, la Piscina Pubblica, lo stadio di Atletica Leggera, il nuovo Stadio di Baseball, anche il Palazzetto dello Sport e quello del Basket, costruire la nuova pista del Beach Volley, ecc., questo è uno degli argomenti cruciali della nostra campagna politica.
    La cultura, la disciplina, lo sviluppo della forza di volontà, la socialità, attraverso la pratica e la partecipazione dello SPORT.
    Questo è un grosso impegno per il bilancio comunale, ma è importante per rilanciare la nostra Città e riavvicinare i suoi giovani allo sport e alla vita sociale della città, e creare una nuova classe futurista, più solidale e competitiva tra loro, che serve allo sviluppo di Palermo.
    NOI ORA CI SIAMO !
    NOI SIAMO “FORZA PALERMO” !
    Il presidente del Movimento Civico “Forza Palermo”
    Dott. ing. Gioè Nicolò

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandro De Simone - 3 mesi fa

    E tu ci hai rispettato???
    Mandando il Palermo in B non credo proprio… Pezzo di M.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ross Presley Birretta - 3 mesi fa

    E il Venezia chi l’ha fatto fallire? Il mago zurlí?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fulvio Cassetta - 3 mesi fa

      Il Venezia è fallito nel 2005

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabrizio Riccobono - 3 mesi fa

    Oniestu comu u ciuri ri cucuzza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ronemax - 3 mesi fa

    Te ne devi andare. Altro che piano 2
    Non si può pretendere rispetto da chi non rispetta. Vai a vedere tutte le tue dichiarazioni disattese….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Luke Lam - 3 mesi fa

    Patetico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fabrizio Scibeck's - 3 mesi fa

    Stamatina si susiu ONESTO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Giuseppe Sabatino - 3 mesi fa

    Si….altri 10 GG…..ihihihih,il tempo c’è per l’iscrizione al Campionato 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy